DOMENICA 24 LUGLIO - Soprana Valdilana (Bi) - "la SOPRANISSIMA MTB" 11^ edizione
La mattinata è piacevole al rifugio "la Sella", pronto ad accogliere l'assalto dei biker che si sfideranno per la vittoria nell'11^ edizione de "La Sopranissima"
Alle 9.20 si parte, in trasferimento, verso la fraz di Baltigati da dove verrà dato il via alla manifestazione.
Come al solito partenze divise in 2 gruppi. Primi a partire i giovani che si cimenteranno su 4 giri del bel percorso preparato da Gabriele Cerruti But e dai ragazzi dell'asd free bike Trivero.
A 2 minuti partono i diversamente giovani, per loro i giri da fare saranno 3.
Nel tratto di 1500 m che riporta verso il rifugio "la sella" è Alessandro Piermarteri che prende subito il comando delle operazioni con Riccardo Ornaghi a dargli manforte. Naca Raptor Agostinone, Maurizio Taini e Gaetano Risicato sono all'inseguimento.
Giro dopo giro Piermarteri (M4) tiene Ornaghi (M3) a circa 30 secondi impedendogli di ricucire il divario e così, in un'ora e tredici minuti, giunge da solo sul traguardo. Ornaghi rimane a 30 secondi e chiude in seconda posizione. Al terzo posto è la volta di Agostinone che precede Taini e Risicato. In 6^ posizione è il federale Alessandro Peiretti (primo Junior).
Johnny Marcionetti, con una gara regolare va in 7^ posizione precedendo i fratelli Amadio con Silvio davanti ad Ezio Amadio. A chiudere la top dieci ci pensa Fabio Contribunale.
15° Roberto Formica (M 2) e 16° Giuseppe Cerminara (M1) si aggiudicano la vittoria di categoria.
Come detto, a 2 minuti partono le restanti categorie e qui la parte dei mattatori la fanno Carmelo Cerruto e l'atleta di casa Roberto Bollo. La coppia non aspetta nessuno, fa gara solitaria e chiude la pratica in 56 minuti e mezzo. Bollo giunge dopo 5 secondi.
In terza posizione troviamo Vincenzo Cuccurullo (M7) è quindi la volta di Fabio Ramponi (deb). Valter Casalegno chiude quinto, Moreno Minoletti sesto, Alessio Fangazio settimo, Aziz Carlo Ferri fa ottavo, Gian Luca Coda nono e Claudio Biella chiude la top 10.
In 12^ posizione si colloca Giuliano Garlaschèche vince tra gli M8. Redatte velocemente le classifiche si va in premiazione alla presenza di Elisa Zoggia, responsabile nazionale CSAIn ciclismo con riconoscimenti per tutti i classificati.
Qui le classifiche assolute
Download
classifica1.jpg
Formato JPG 240.9 KB
Download
classifica_2.jpg
Formato JPG 109.6 KB
SABATO 23 LUGLIO - cicloscalata Varallo Alpe Piane - prova unica campionato regionale della salita CSAIn 2022
E' una calda ed afosa giornata di metà luglio quella che attende gli indomiti frequentatori delle gare in salita, pronti a cimentarsi nella inedita salita che da Varallo porta alla località Alpe Piane - rifugio Camosci attraversando la frazione di Cervarolo.
Il ritrovo è fissato presso la torrefazione "Nino cafè" nell'area industriale di Varallo e da li, alle 14 in punto, il gruppo di una 40ina di ciclisti si muove per raggiungere il km zero posto subito dopo il ponte sul torrente Mastallone. Via volante e si comincia.
Al comando si forma da subito un gruppetto di 5 corridori. Lorenzo Alladio, Matteo Castaldi, Mattia Porta, Giorgio Bordone e Giacomo Cerutti. il gruppetto rimane più o meno compatto fino alla frazione di Cervarolo quando Alladio accelera facendo selezione. Con il battistrada rimangono Bordone e Cerutti. Castaldi cede qualche metro mentre Porta non riesce a tenere il ritmo e sale del suo passo. In vista dell'ultimo km è Cerutti che allunga, Alladio e Bordone sono al limite e non hanno più forza per reagire lasciando che Cerutti si involi verso una meritata vittoria in solitaria. Chiude le sue fatiche in 29 minuti e 29 secondi (unico a stare sotto la mezz'ora di gara). Alladio e Bordone si giocano la seconda piazza con Alladio che ha la meglio sull'amico rivale. Al quarto posto si piazza un fantastico Matteo Castaldi (M2) che si aggiudica la maglia di campione regionale CSAIn delle montagna 2022 precedendo Mattia Porta di una 30ina di secondi.
Sesta piazza per Corrado Dossi (M5) che precede Martino D'Alberto (M1) seguono, nell'ordine Filippo Bertoli, Luca Pastori e Renato Fendoni che chiude la top 10 aggiudicandosi la vittoria tra gli M6,
La dodicesima posizione la conquista Marco Farina (primo M7), 18° assoluto è Stefano Bilardo (primo M8) con Marco Conte che si colloca in 20esima posizione assoluta aggiudicando la vittoria di categoria ed il titolo regionale nella categoria M3.
In 23^ posizione troviamo Simona Massaro, la prima della categoria femminile.
Marco Cagnone (27esimo ) assoluto vince tra gli M4.
E' Elisa Zoggia, responsabile nazione CSAIn ciclismo a vestire i nuovi campioni regionali della montagna CSAIn 2022 che risultano essere:
Junior Fabio Fontana asd UC Cigliano - M2 Matteo Castaldi asd Velo Valsesia - M3 Conte Marco Funtos bike NRC - M5 Stefano Bertinotti ASD bilake - M7 Marco Farina asd Tessiore cicli - M8 Succio Domenico asd ultra team - donne Rosella Bazzarello team media bike.
Qui la classifica assoluta

Ecco qui di seguito la classifica di sabato ad Osasio e quella aggiornata del Trofeo 2^ serie aggiornata dopo la gara di sabato

Download
Classifiche Osasio 9 Luglio.pdf
Documento Adobe Acrobat 645.3 KB
Download
Classifica Provvisoria Trofeo 2 serie.pd
Documento Adobe Acrobat 631.1 KB

Si è corsa il 10 luglio a Perinaldo, la gara di mountainbike specialità cross country valida come prova unica per l'assegnazione del titolo nazionali C.S.A.In

Molti i ciclisti presenti proveniente sia dalla Liguria che dal Piemonte. Ad aggiudicarsi la prima partenza Di Maria Davide (Alassio Bike) mentre la seconda partenza la vittoria è andata Cannas Ignazio (Andora Race)

Entrambi sono arrivati al traguardo a braccia alzate staccando nettamente gli avversari. La gara si è dimostrata molto selettiva, ma il percorso è stato apprezzato da tutti i biker partecipanti che si sono dati battaglia sui sentieri di Perinaldo.

Con una bella cerimonia il sindaco di Perinaldo in compagnia dell'organizzatore e presidente della asd Podij Rajnaldi Casonato Maurizio hanno premiato i biker vincitori di giornata sia assoluti che delle varie categorie.

Un ringraziamento particolare all'amministrazione comunale, all'associazione alpini e a tutti i volontari che hanno presidiato il percorso consentendo lo svolgimento della gara in tutta sicurezza.

I campioni nazionali sono stati direttamente premiati e vestiti dal Coordinatore Nazionale Ciclismo C.S.A.In Zoggia Elisa insieme al delegato Giordano Luca e sono: Biagini Andrea (Team Centroxcentobici) Gamerro Gabriele (Asd Team Pedale Pazzo) Vivaldi Alessandro (Asd Team Pedale Pazzo) Peirano Massimiliano (Team centoxcentobici) Rebaudo Marco (Team centoxcentobici) Casalegno Walter (Bike and team) Stocco Claudio (Bikers Team) Bousquet Viviana (Team Centoxcentobici)

La società prima classificata è stata Team Centoxcento bici.

Si corre domenica 10 luglio a Perinaldo il campionato nazionale C.S.A.In di mountainbike con assegnazione delle maglie di specialità.
 
La manifestazione è organizzata dalla Asd Podijrajnaldi del presidente Casonato Maurizio che grazie ad un enorme sforzo è riuscito a tracciare uno splendido percorso molto ben curato con partenza e arrivo direttamente dal paese.
 
Per rendere l'evento il più gradito possibile sarà possibile effettuare sia le iscrizioni online che in loco sabato dalle 14 alle 18 e domenica dalle 8.30 alle 9.30 - Il pacco gara riservato ai primi 50 iscritti iscritti  e comprende: buono sconto Sporting vip da 10€-Barrette o gel, prodotti Conad e Costa Ligure - materiale offerto dal Comune di Perinaldo.
Saranno presenti inoltre i seguenti  servizi: docce,  rinfresco post gara con frutta, sali, acqua, bibite e molto altro. Per tutti gli atleti sarà possibile usufruire del servizio massaggi.
 
Si aspettano biker da tutta Italia per competere sugli splendidi sentieri immersi nella macchia mediterranee, ma sempre con un occhio verso il mare. Lo staff si è impegnato per consegnare un percorso perfettamente preparato, alla portata di tutti e con standard di sicurezza elevatissimi. E' inoltre attivo una serie di convenzioni per gli atleti che verranno a soggiornare in zona soli o con le famiglie in modo da fornire un evento unico per tutta la famiglia. Premi e classifica dedicata ai soci della Associazione Nazionale Alpini
 
Un ringraziamento particolare al Comune di Perinaldo che ha consentito l'organizzazione della manifestazione.
 
Per info e iscrizioni https://sito2022.wixsite.com/podijrajnaldi

Il Comune di Rivoli è pronto per accogliere il prossimo TROFEO C.M.&.H. “GALLERIA VART LERIVE” che si terrà domenica 17 luglio.

 

Vi aspettiamo !

Domenica 26 giugno si è svolto a Moncrivello il Campionato Nazionale su Strada.
 
Qui di seguito le foto dei campioni e la classifica finale
 
Grazie a tutti per la partecipazione ‼
Download
ITA Moncrivello.pdf
Documento Adobe Acrobat 213.2 KB

Si è disputata la sera del 25 giugno la terza edizione della gara di mountainbike Xc Urban "King of Castle" organizzata dalla Dianese outdoor asd sotto l'egida dell'ente di promozione sportiva C.S.A.In.

Il "Re" quest'anno è stato Roggeri Elia (Boscaro Racing) che ha chiuso in prima posizione assoluta la gara dopo un lungo duello con Riva Alberto (Pavan Free Bike) che si è classificato secondo. Terzo a chiudere il podio Seminara Andrea (Team Seminara Brother). La gara di Ebike è stata invece vinta da Pasqua Andrea.

Tantissimi concorrenti da tutti il nord d'Italia e in particolare dal Piemonte hanno animato le vie di Diano Castello suggestivo e incantevole paese alle spalle di Diano Marina. Il nuovo percorso, tracciato dal presidente della Dianese Outdoor, è stato particolarmente apprezzatore dai biker che l'hanno trovato entusiasmante ma sempre in massima sicurezza.  La gara fa parte del Campionato Regionale C.S.A.In composto da 4 tappe. La prossima sarà a Perinaldo il 10 luglio e oltre a essere valida come regionale attribuirà anche le maglie di Campione Nazionale C.S.A.In

Un ringraziamento a tutto il comune di Diano Castello per aver consentito la manifestazione, agli sponsor e ai volontari che hanno consentito lo svolgimento della gara.

Di seguito i vincitori delle categorie: Junior Bottini Michele (Ospedaletti Bicisport) - Elite Mastersport Elia Roggeri (Boscaro Racing) - M1 Seminara Alessio (Team Seminara Brother) - M2 Marino Erik (GS Passatore) - M3 Riva Alberto (Pavan Free Bike) - M4 Termine Marco (Ucla1991) - M5 Amalberti Emiliano - M6 Cannas Ignazio (Andora Race) - M7 D'Aquino Aurelio (Velo Club Lunigiana) - M8 Stocco Claudio (Bikers Team) - Donne Rao Nicole (Ospedaletti Bicisport) - Societa' Biciclando Team

Il 19 giugno si è svolto a Casanova (TO) il Campionato Nazionale su Strada CSAIn 2° serie.
 
Leggi qui sotto le classifiche (evidenziati in giallo i campioni nazionali) e la foto della premiazione.
Download
Classifica Campionato Nazionale Seconda
Documento Adobe Acrobat 646.5 KB
1° cicloscalata a Borgofranco d'Ivrea - Andrate
 
Ritrovo ore 09,00 presso Borgofranco l’cit bar e poi partenza alle ore 10,00.
 

Vi aspettiamo ‼ 

Campionato Regionale CSAIn della Montagna | 23 luglio a Roccapietra

Il 23 luglio 2022 a Roccapietra si svolgerà il primo Campionato Regionale CSAIn della Montagna con assegnazione maglie.

 

Ritrovo alle ore 13:00 presso Nino Caffè Zona Industriale Roccapietra (Varallo) con partenza alle ore 14:00.

 

Per info ed iscrizioni: elmega2763@gmail.com oppure Gianni 339 7568008

Cicloscalata Oglianico (TO) | 11 giugno

E' Giovanni Ottonello a conquistare il 1° Memorial Diego Davico, la cicloscalata che ha preso il via da Oglianico sabato 11 giugno per arrivare al santuario di Santa Elisabetta.

 

Leggi qui di seguito la classifica finale e guarda alcune immagine della giornata.

 

 

Download
Classifica Oglianico 11 giugno.pdf
Documento Adobe Acrobat 605.6 KB

Campionato Nazionale Strada | 26 giugno | Moncrivello

Il ritrovo è previsto alle ore 8,00 presso Bar Il Chiosco, P.zza Castelnuovo delle Lanze e la partenza alle ore 9,30

 

Per informazioni scrivere a: elmega2763@gmail.com oppure 3397568008

E' online la Rivista

Per scaricarla clicca qui sotto

Download
rivista_giugno.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB

27° Ciclo per famiglie | Cigliano 2 giugno 2022

Giovedì 2 Giugno si è svolta la 27° ciclo per famiglie (Memorial Livio Germano, Ex Presidente UC Cigliano).

Il ritrovo era presso il centro sportivo polivalente alle ore 14.30 e la relativa partenza alle 15.15 da Tiro al volo delle Alpi, che solitamente ospita gare di ciclocross e gare di tiro al piattello.

Tiro al volo delle Alpi ha gentilmente offerto un rinfresco ai partecipanti e contestualmente sono stati consegnati i premi donati delle attività commerciali del nostro comune.

Dopo circa 30 minuti le ultime premiazioni si sono tenute presso la Festa dello Sport di Cigliano che ha piacevolmente invaso il nostro comune in questa giornata di sole.

Il ricavato delle offerte della giornata, verrà consegnato lunedì 13 per la Missione di Don Pio Bono in Mozambico.

Nel fine settimana, abbiamo poi creato per i più piccoli un percorso da fare sia in bici che a piedi che ha suscitato molto interesse.

Ringraziamo tutti i partecipanti!

1° prova del Campionato Provinciale CSAIn                        Oglianico 11/06/22

Siete pronti ad affrontare la salita al Santuario di Santa Elisabetta⁉
Ritrovo a Oglianico in Piazza Statuto alle 13,30
Partenza alle 14,30
Trasferimento ad andatura controllata fino a Colleretto, dove sarà dato il via, e arrivo al Santuario di Santa Elisabetta!

 

Vi aspettiamo‼️

Campionato Regionale 2 serie, disputato a Caramagna Piemonte sabato 28 maggio

Guarda qui di seguito la classifica e le foto dei campioni

Download
Classifica Campionato Regionale 2 serie.
Documento Adobe Acrobat 626.1 KB

1° prova di campionato provinciale CSAIn Bi / Vc / Can

Domenica 29 maggio GP il Babi - il 1^ GP "il Babi" si disputa sul classico percorso del principato di Lucedio - Madonna delle Vigne, un anello di 16 Km rispolverato dal vulcanico Davide Morosino, deux ex machina dell'ASD Myg cycling team che, con la stretta collaborazione del comitato provinciale CSAIn ha ridato vita ad una gara molto blasonata negli anni passati.

Le abbondanti piogge della notte, il clima più autunnale che primaverile ed alcune concomitanze dell'ultimo minuto, hanno limitato i partecipanti che, comunque, hanno apprezzato sia il percorso che l'ottima organizzazione. 

Prima partenza per M5 M6 M7 M8 e donne.

Scaramucce con vari tentativi di fuga fin dal primo passaggio sempre rintuzzati e controllati dal gruppo dal quale si staccano, nel corso del terzo giro (dei 4 in programma) Michele Bausardo e Giancarlo Ferrero. I due si presentano appaiati dopo lo strappo ed a 100 m dal traguardo la volata è lanciata. Vince Ferrero (M5) con mezza bicicletta su Bausardo (M6). Gli altri arrivano tutti alla spicciolata. 

Luciano Olmi vince tra gli M7, Domenico Succio, unico M8 alla partenza, si aggiudica il primato così come l'inossidabile ed eclettica Rosella Bazzarello tra le donne.

Termina gara uno ed è già tempo della partenza per i giovani.

Al primo passaggio, in testa alla gara si forma un gruppetto di una decina di unità che via via si staccheranno lasciando in testa Giancarlo Albiero, Marco Minniti e Stefano Luciani. 

Tra i tre non c'è volata perchè Minniti (Jun) allunga sullo strappo finale relegando Luciani (M4) ed Albiero (M1) alle piazze d'onore. 

Al quarto posto si colloca Francesco Calandra che fa sua la categoria M2.

Ottavo assoluto è Jesus Robles che si aggiudica la categoria M3.

In attesa delle classifiche concorrenti ed accompagnatori hanno il tempo di rifocillarsi con un ottimo risotto agli asparagi, abilmente preparato dalle sapienti mani di Arnaldo Pozzati.

Le premiazioni vedono i vincitori di categoria omaggiati di un prosciutto crudo, un salame felino per i secondi ed una confezione di vino per i terzi classificati. Per tutti i piazzati un bottiglia di ottima Bonarda DOC piemontese.

Download
Classifica finale
classifica.jpeg
Formato JPG 308.5 KB

Maglione (TO) 2 giugno 2022

Su e giù per i Bric di Maglione

2 giugno 2022

Ritrovo ore 08.00 presso Area Mercatale

Partenza ore 09.00 Via Cossano

Per info: tel 0161 468144 - 339 7568008 Gianni

Si comunica che a causa di problemi tecnici indipendenti dalla nostra volontà la gara di Busano di giovedì 2 giugno è rinviata a data da destinarsi.


17° Trofeo Città di Borgaro (To) | Sabato 28 maggio 2022

Sabato 28 maggio
17° Trofeo Città di Borgaro
Ritrovo ore 13.30 Cascina Nuova - Via Italia 45 (Borgaro T.se)
Partenza ore 14:00
 
Sarà previsto un piccolo ristoro per tutti i partecipanti e un omaggio a tutte le donne partecipanti.
 
Per maggiori informazioni roberto.valiante@icloud.com

Cronaca “15° Memorial Domenico Barosso”                “Ognuno a suo modo: Mostaccioli da lontano, Picco un fulmine, astuto e sornione”

Una giornata dal cielo grigio e basso, ma fortunatamente non troppo calda, accoglieva un discreto numero di corridori convenuti a Pessione per disputare il “15° Memorial Domenico Barosso” , una delle poche corse in calendario che si svolge su un percorso variegato, contemplante tre brevissime erte, rapide discese – metri 368 sono stati quelli di dislivello complessivi, ciò per dire che difficoltà altimetriche degne di nota non ve ne fossero -, ed un arrivo posto al termine di uno stradone ampio e lungo, ideale per arrivi in volata.

E veniamo allo specifico dell’andamento delle due partenze, principiando, come di consueto, da quella degli “under 50”.

A circa sei chilometri dalla partenza erano in tre ad accendere la corsa proiettandosi in avanscoperta, essi erano: Galiotto (Team Poirinese), Carrozzino (Team Bike Pancalieri) e Finotto (Idem). Procedendo di comune accordo arrivavano ad avere circa una cinquantina di secondi sul gruppo, ma il “Ciclo Polonghera” come l’”Aurantia”, rimasti fuori dalla fuga, si ponevano alternativamente a tirare fino a riportare sotto il plotone poco prima della prima salitella di giornata. Valicata la breve asperità, assorbiti i fuggitivi, si succedevano ad ondate gli attacchi operati, di volta in volta, dagli alfieri del “Team Bike Pancalieri”, Carrozzino, Mostaccioli e Fissore, come dagli “Aurantia” come pure da Olivieri (Bicistore Cycling Team) e Nardin (Ciclo Polonghera). Tuttavia, dopo l’estenuante ed infruttuosa serie di scatti e contro scatti, riuscivano, quasi in sordina, a prendere le distanze dal gruppo in due, Mostaccioli (Team Bike Pancalieri) e Segnati (ASD Team Finotti Cicli), due che, pedalando a fondo e di comune intesa, e per parecchi chilometri, non venivano più ripresi fino all’arrivo, arrivo dove si affermava a braccia levate il veloce Mostaccioli sul compagno di fuga, Segnati.

Nel frattempo, nelle retrovie, si era scatenata la bagarre, cosa questa che permetteva a nove corridori di portarsi in avanscoperta alla caccia del duetto di avanguardisti. Trovato immediatamente accordo per alternarsi in testa a tirare i nove si presentavano sul rettifilo finale e sul gruppetto era a prevalere per il podio Allois (Aurantia), partito ai cinquecento metri, andando quindi a segno più con un colpo quasi da finisseur che da velocista, su Fantini (Roracco) a seguire Altare (Sanetti Sport), Olivieri (BiciStore Cycling Team), Pasolini (Roracco), Dell’Erba (Ciclo Polonghera), Barra (Aurantia), Davi (Sanetti Sport), Carrozzino (Team Bike Pancalieri).

La volata del gruppo era invece di Fissore (Team Bike Pancalieri) su Romanò (Asnaghi Cucine).

Ben diverso l’andamento della corsa riservata agli “Over 50”: protagonisti di una fuga, che prendeva l’abbrivio dopo pochi chilometri dalla partenza, erano Panepinto (Vigor Cycling Team) e Petruzzelli (Asnaghi MikeBau), riacciuffati dopo qualche chilometro in avanscoperta grazie alle tirate del “Team Bike Pancalieri” come di altri. Tante azioni si susseguivano, senza che alcunché di significativo accadesse: particolarmente attivo Grappeja della “S.C. Piossasco” come Matta, Pignone, Lentini e Fissore del sopra ricordato “Team Bike Pancalieri”, i componenti dell’”Endura Team” nelle persone di D’Apollo, Raviolo, Stocchino, Caporali e Ferrero, le squadre più numerose e perciò intenzionate e titolate a “fare e vincere la corsa”.

Tuttavia, nulla di rimarchevole accadeva fino alla salitella di Valfenera, posta a parecchi chilometri dal traguardo, dove guadagnavano una manciata di secondi sul gruppo in tre: Cenci (RistoroCycles Team), Pignone (Team Bike Pancalieri) e Ragazzini (Asnaghi MikeBau), riassorbiti senza difficoltà dal gruppo dopo qualche chilometro in avanscoperta.

Si susseguivano quindi una serie di inconcludenti scatti e contro scatti, operati dai soliti che si sentivano ampiamente battuti in caso di arrivo in volata, prontamente ricuciti dal gruppo e ciò faceva sì che volata fosse ed immancabilmente a primeggiare in questa risultasse, al colpo di reni, il velocissimo Picco (S.C. Bike Delu Mapei) sull’altrettanto veloce Caporali (Endura Team), a seguire Caraci (ASD GS Zibido), Ferracin (Vigor Cycling Team), Regazzi (Team Santysiak), Ferrero (Endura Team), Giletta (Vigor Cycling Team), Borgarelli (ASD Fornasari Auto), Morato (idem), Cenci (RistoroCycles Team) a completare la rosa dei dieci.

Esaurita la verve agonistica, prontamente rimpiazzata dal clima conviviale che normalmente si instaura nel dopo corsa, si passava alle premiazioni sotto la regia di Elisa Zoggia e del Suo Staff come della benemerita società organizzatrice, l’APD Pessionese, grazie alla quale ci siamo potuti divertire in sicurezza visto il cospicuo numero di moto dispiegate a supporto della corsa.

 

Guido Ragazzini

Download
Classifiche Pessione 22 maggio.pdf
Documento Adobe Acrobat 661.6 KB

Campionato Nazionale su Strada CSAIN 2° serie

E' tutto pronto per il prossimo Campionato Nazionale su Strada CSAIN 2° serie
 
- domenica 19 giugno a Casanova (TO)
- assegnazione maglia campione Nazionale Strada 2^ serie (riservato ai tesserati CSAIN)
- iscrizione e info a: iscrizionitorino@gmail.com
Guarda la locandina qui di seguito
Download
Campionato Nazionale 19 giugno.pdf
Documento Adobe Acrobat 473.1 KB

Il Campionato Regionale Piemontese raccontato dalla penna di Guido Ragazzini

Cronaca “Campionato Regionale Strada”

 

Purtroppo, in numero esiguo, causa tempo perturbato, ci si ritrovava a Baldissero D’Alba per prendere parte al “Campionato Regionale Strada”, con relativa assegnazione delle maglie di Campione Regionale.

Il percorso - che prevedeva sei tornate lambenti Baldissero D’Alba percorrendo il circuito detto dei “Castagni” ed il cui arrivo, da raggiungersi una sola volta, era posto su uno strappo di poche decine di metri - non presentava nessuna difficoltà particolare, com’è dimostrato dal fatto che tanti corridori di diversissime inclinazioni sono riusciti negli anni ad assicurarsi la vittoria.

La prima corsa, quella riservata agli “under 50”, viveva per un giro e mezzo del percorso di continui scatti e contro scatti ed era da una di queste azioni che Sanetti (Sanetti Sport) riusciva a distanziare il gruppo ed a compiere circa mezzo giro in solitudine nel mentre dietro di lui si scatenava la bagarre. Ripreso l’alfiere della “Sanetti Sport” si assisteva al formarsi come al disfarsi continuo di gruppi e gruppetti e, da tale parapiglia, ne sortiva astutamente con un allungo Marchetta (Aurantia) prontamente seguito da Galiotto (Team Poirinese).

Il duo trovava subito intesa, quell’intesa che permetteva loro di compiere due giri e mezzo del percorso per andare a disputare una volata a due che sancisse il nome del vincitore: combattuta volata in cui prevaleva Galiotto su Marchetta. Il terzo posto del podio se lo assicurava Natali (Bike Space) che aveva anticipato il gruppo seguito, nell’ordine da Camia (Ciclo Polonghera), anch’egli giunto in solitudine, mentre la volata del gruppo, o di quello che ne rimaneva, era di Pacchiardo (Aurantia) su Calandra (Garda Scott Matergia), Perosino (Team Bike Pancalieri), Bertolotto (Cicli Bertolotto), Criscione (Bike4Langhe) e Berri (Team Stroppa) a completare la rosa dei primi dieci.

Diverso l’andamento della corsa degli “Over 50”, vista la presenza, numericamente egemonica, del “Endura Team” che, coi suoi quattro corridori presenti, Stocchino, D’Apollo, Caporali, Ferrero, stroncavano sul nascere ogni tentativo di fuga avendo nelle proprie fila due corridori notoriamente veloci come Caporali e Ferrero. Gli unici a tentare di ribellarsi al loro predominio erano Stefania Sensi (Team Bike Pancalieri) così come l’indomito Panepinto (Vigor Cycling Team), più volte protagonisti di rilanci e tentativi di fuga.

Da segnalare la prova di Nastasi (OM.CC) che tentava, nel corso dell’ultimo giro, di sorprendere il gruppo con un’azione solitaria, ma l’”Endura Team” non lasciava spazio ad alcuno portando avanti il proprio velocista che, con un imperioso scatto allo scollinamento del “circuito dei Castagni” guadagnava quel tanto che gli permetteva di presentarsi pressoché solo sulla linea di arrivo seguito dal proprio compagno Caporali, a seguire Cenci (Ristoro Cycles Team), Lentini (Team Bike Pancalieri), Giletta (Vigor Cycling Team), Mondo (Arredamenti Berutti), Ragazzini (Asnaghi MikeBau), Crosa (ASD Fornasari Auto), Bungaro (Team Poirinese) e Maruca (Team Pedale Pazzo).

Conclusasi la prova, placatisi gli animi – nota personale: al solito, come ho constatato in decine e decine e decine di corse, le cosiddette “categorie” (direi che due, “under 50” ed “over 50” sarebbero ampiamente sufficienti nel far partecipare e divertire tutti) avvelenino il clima, favoriscano l’insorgere di spiacevoli diatribe ed antipatie durante la corsa ed infine falsino pure lo svolgimento della gara -, si passava quindi all’ambita assegnazione delle maglie di Campione Regionale CSAIN, contestualmente alle premiazioni: 

 

Junior: Camia (Ciclo Polonghera) 

Senior 1: Mazza (ASD Dotta Bike)

Senior 2: Chiocchetti (Team Pedale Pazzo)

Veterani 1: Galiotto (Team Poirinese)

Veterani 2: Dell’Erba (Ciclo Polonghera)

Gentleman 1: Ferrero (Endura Team)

Gentleman 2: Salone (Team Pedale Pazzo)

Super Gentleman A: Bungaro (Team Poirinese)

Super Gentleman B: Succio (ASDilettantistica TE)



                                                             Guido Ragazzini

Classifica Regionale del Campionato su strada

Segnati in giallo i campioni regionali.

 

 

Scarica l'allegato per vedere la classifica

Download
Classifica Campionato Regionale 8 maggio
Documento Adobe Acrobat 624.0 KB

Gara ciclistica in salita degli anni 70

La mitica gara ciclistica in salita degli anni 70 si svolgerà sabato 21 maggio a Valdilana (BI)

La prova è valida per il Campionato Regionale della montagna su strada e 2a Prova Trofeo dello scalatore.

Ore 13 ritrovo in Piazza 25 Aprile - Frazione Ponzone - Valdilana

ore 14.30 partenza gara

 

Il percorso sarà di circa 12 km

 

Per informazioni: Cerruti But Gabriele 339 8315350 oppure 015 7771332 / Valle Fabrizio 392 7886494

Giro del Pinerolese - 8 maggio

Nonostante la pioggia ha avuto luogo domenica 8 maggio la cicloturistica Giro del Pinerolese, organizzata dalla Ciclistica Rivalta del Presidente Cappato sotto egida Csain. Ecco la classifica

Domenica 8 Maggio

ATTENZIONE, è stato modificato il luogo di ritrovo. Qui di seguito tutti i dettagli aggiornati:

RITROVO: dalle ore 9.00 Circolo Acli, Via XXV Aprile 3

PARTENZE ore 10.00

 

Si gareggerà nel massimo rispetto della normativa ANTI COVID

Pre iscrizione all’indirizzo iscrizionitorino@gmail.com

Inviare Copia della Tessera in corso di validità

Per quanto non contemplato dal presente regolamento vige il R. T. Csain.

 

BARONE C.se DOMENICA 24 APRILE - CAMPIONATO REGIONALE CSAIn MTB XC 2022

Finalmente la pioggia tanto attesa è arrivata, fortunatamente al sabato, regalandoci una domenica con un pallido sole e l’aria frizzante ma, soprattutto, compattando il terreno, reso sempre più farinoso dal perdurare della siccità.
Sono una settantina i pre iscritti che si sono regolarmente presentati alla partenza per contendersi la vittoria ma, soprattutto, per aggiudicarsi le ambita maglie di campione regionale di specialità.
Primi a partire sono i concorrenti che dovranno fare 4 giri dell’impegnativo percorso di 6.5 km per 190 m di dislivello a giro, ben disegnato da Gabriele Gamerro e da Diego Acotto sulle colline che sovrastano il lago di Candia.
E’ Alessandro Tonello (M2) che, ancora una volta, da dimostrazione di forza, potenza e lucidità, dominando dal primo all’ultimo metro che neanche il contatto ravvicinato con un cespuglio di spine ha potuto fermare.
Sulle sue tracce si sono messi Luca Cuffia e Riccardo Ornaghi cercando di limitare i danni ma per Ornaghi il cronometro segnerà un distacco di quasi 2 minuti ma gli garantisce vittoria di categoria (M3) e maglia di campione regionale. Al terzo posto assoluto si colloca Luca Cuffia con un distacco di quasi 3 minuti. In quarta posizione giunge Bruno Dellerba che ha faticato per i primi 2 giri nel togliersi un po di ruggine e riprendere confidenza con la mountain bike, ma ha poi chiuso in crescendo vincendo tra gli M4 gara e maglia di campione regionale.
In quinta piazza troviamo Antonino Lo Monaco, finalmente al rientro, dopo i vari malanni patiti in questo inizio anno. Sesto chiude il valdostano Yuri Droz ed al settimo posto il vincitore tra gli M1 Sebastiano Lo Nigro. In ottava e nona posizione i fratelli Amadio, portacolori del team RDR Italia leynicese racing team con Ezio che precede Silvio di quasi un minuto.
La top dieci la chiude Gaetano Risicato che precede Alessandro Margara, vincitore tra gli M5, giunto al traguardo senza un pedale.
Con un distacco 2 minuti partono le restanti categorie che devono cimentarsi sui 3 giri per 20 km di gara ed è Mauro Giacometti (M7) che mette la firma sulla vittoria assoluta precedendo di una trentina di secondi Valter Casalegno che si aggiudica la vittoria di categoria (M6) e l’ennesima maglia di campione regionale. In terza posizione si colloca Corrado Minazzi che precede Carlo Ferri, Massimo Salone, Claudio Biella, Marco Zambarino e Salvatore Gelli. In nona posizione Claudio Stocco si prende maglia di campione regionale e vittoria di categoria (M8) davanti a Gregorio Carnovale che chiude la top 10.
In undicesima posizione giunge Stefano Barbato che vince tra i debuttanti gara e maglia di campione regionale.
Simona Massaro primeggia nella categoria femminile precedendo Maria Elena Belfiore che si consola con la maglia di campionessa regionale.
Le classifiche sono presto pronte e si passa velocemente alle premiazioni con la vestizione della maglia del primato per i neo campioni regionale che sono: deb Stefano Barbato, M2 Stefano Cinquino, M3 Riccardo Ornaghi, M4 Bruno Dellerba, M5 Roberto Lo Iacono, M6 Valter Casalegno, M7 Gregorio Carnovale, M8 Claudio Stocco, donne Maria Elena Belfiore.
Tra le Società primeggia il bikers team di Chivasso davanti all’RDR Italia leynicese racing team ed al team fuori onda bike di Albiano d’Ivrea.

SABATO 16 APRILE - BORGO D’ALE - 23^ Bric in bike - 13° memorial FRANCO PLANO TONELLO e CERRUTO lasciano il segno

E’ una calda e soleggiata vigilia di Pasqua quella che accoglie la novantina di biker pronti a darsi battaglia sugli sterrati che gravitano attorno al santuario di Santa Maria della Cella a Borgo d’Ale in provincia di Vercelli.
Sono le 15.30 in punto quando si aprono le danze con la prima partenza dei giovani che si daranno battaglia sul tecnico tracciato di Santa Maria della Cella di 6,7 km, con quasi 200 m di dislivello, che dovranno ripetere per 4 volte.
A 2 minuti partono le restanti categorie , per loro “solo” 3 giri dell’impegnativo percorso.
Alessandro Tonello non perde tempo e fin dalle prima pedalate si pone al comando dettando il ritmo, insostenibile per quasi tutti. Sulla sua traccia si pone Alessio Crivello mentre Gabriele Tacchinardi, Alessandro Agrini e Riccardo Ornaghi paiono già fuori dai giochi per la vittoria assoluta.
Tonello (M2), girando regolarmente in 20 minuti a giro vince con il tempo di 1h 19 minuti e 12 secondi, Crivello riduce gradatamente il divario ma deve accontentarsi della seconda piazza con un distacco di 13 secondi. Al terzo posto assoluto troviamo Tacchinardi che vince tra gli M4 mentre Agrini conquista la vittoria di categoria M3 con un distacco di 2 minuti dal vincitore Tonello.
Al quinto posto dell’assoluta troviamo Riccardo Ornaghi ed al sesto posto Alessandro Mollo.
A7 posto assoluto si piazza un inossidabile Domenico Agostinone che vince tra gli M5 ed in 8^ posizione Marco Torreano primo M1.
Il nono posto assoluto lo conquista Roberto Lo Iacono mentre Silvio Mascali chiude la top dieci.
Davide Vacchiero conquista l’undicesima piazza assoluta ma vince tra gli junior.
La seconda partenza è per i diversamente giovani che dovranno completare 3 giri di gara
E’ Carmelo Cerruto a fare l’andatura e l’unico che cerca di mettergli il sale sulla coda è Valter Casalegno che però chiuderà al secondo posto con un distacco di quasi 3 minuti.
Al terzo posto assoluto si piazza Gianfranco Arrigoni che precede Enrico Leva, Enrico Pittaluga e Massimo Gatti, tutti M6 a monopolizzare le prima 6 posizioni.
Il settimo posto lo conquista Carmelo Belcasto che vince, in volata, tra gli M7 precedendo Riccardo Acuto.
Nono assoluto è Giuliano Garlaschè che primeggia tra gli M8 e Flavio Severico chiude la top 10.
Stefano Barbato si aggiudica la vittoria tra i debuttanti così come Simona Massaro vince la categoria femminile su Simona del Grande, Rosella Bazzarello e Paola Lo Vetere.
A classifiche fatte è tempo di premiazioni con confezioni di colombe pasquali per tutti i classificati.
Leggi qui le classiche complete.
Download
Classifiche Borgo Dale 1.jpg
Formato JPG 134.2 KB
Download
Classifiche Borgo Dale 2.jpg
Formato JPG 144.9 KB
Download
Classifiche Borgo Dale.jpg
Formato JPG 231.1 KB

Annullata gara di Osasio del 23 aprile

A causa delle avverse condizioni meteo si comunica che la gara di Osasio del 23 aprile è annullata

Cronaca “Seconda Prova Campionato Provinciale Strada”

                “Attenti a quei due (del Team Bike Pancalieri)”

 

Una giornata dal tempo pressoché estivo accoglieva un discreto numero di corridori convenuti nel bel paese di Macello (TO) per disputare la “Seconda Prova Campionato Provinciale Strada”.

Rimarchevole, per chi non sia solito procedere a testa bassa pestando unicamente sui pedali ed incurante delle bellezze lambite come dei bei panorami che il Piemonte sa offrire, il Castello di Macello, voluto da Filippo Principe d’Acaja nel XIII secolo (fonte Wikipedia) ed utilizzato oggi per riunioni conviviali.

E veniamo allo specifico delle due partenze che, di conviviale, per una prova detta agonistica, seppur amatoriale, di conviviale ovviamente avevano ben poco: difatti già al primo giro dei sei previsti in tre si portavano in avanscoperta, ben protetti dalle rispettive squadre: Boccardo (Team Poirinese), Fissore (Team Bike Pancalieri) e Marchetta (Aurantia).

A metà del terzo giro partiva una contro fuga in caccia dei tre avanguardisti, contro fuga a sua volta composta da una triade di corridori: Finotto (Team Bike Pancalieri), Cucco (Dotta Bike) e Long (Team Mente Corpo) nel mentre dietro di loro si assistevano a sparuti contro attacchi di altri atleti che non sortivano però alcun effetto.

Ciò consentiva ai primi tre di giungere all’arrivo pressoché “indisturbati” e disputare così una volata “ristretta” in cui a prevalere era il veloce Danilo Fissore, al suo primo successo stagionale, seguito da Boccardo e Marchetta. Poco dopo giungevano gli altri tre inseguitori, nell’ordine, Long, che aveva anticipato il Presidente del “Team Bike Pancalieri”, Finotto, e Cucco; poi ancora seguiva un consolidato duo del Team Bike Pancalieri, Carrozzino e Mostaccioli, che, nel frattempo, si erano avvantaggiati sul gruppo.

Un’altra coppia di corridori, Girardi (Aurantia) e Fagiano (Cusati Bike Racing Team) giungevano rispettivamente nono e decimo.

Analogo l’andamento della seconda partenza, quella riservata agli “over 50”, nel senso che, dopo una serie di scaramucce avvenute nel corso del primo giro, si ritrovavano in fuga in dodici: Lentini (Team Bike Pancalieri), Bausardo (Asnaghi MikeBau), Testai (Team Santysiak), Pignone (Team Bike Pancalieri), Giletta (Vigor Cycling Team), Bosticco (Ciclo Polonghera), Bonato (Team Santysiak), Fissore (Team Bike Pancalieri), Dall’Osto (Polisportiva Pessionese), Stocchino (Endura Team), Ragazzini (Asnaghi MikeBau) e Picco (Delu SC Mapei).

Gruppo troppo nutrito perché andasse di comune accordo e, difatti, vi erano stati due tentativi di avvantaggiarsi sui propri compagni di fuga, protagonisti dapprima Bausardo ed in seguito Bosticco, tentativi entrambi stroncati dalla vigilanza del “Team Santysiak” come del “Team Bike Pancalieri”.

Era solamente sul finire della corsa, quando mancava circa una tornata dell’intero percorso, che in due riuscivano a smarcarsi dal controllo del gruppetto. Essi erano Lentini e Bausardo che immediatamente trovavano accordo nel tirare in testa e non venivano perciò più ripresi fino al traguardo, una volta raggiunto il quale Lentini prevaleva su Bausardo.

Ormai giunto al traguardo il duo di testa, nel drappello degli originari fuggitivi si scatenava la bagarre per il podio: il primo a provare l’allungo era Stocchino, prontamente seguito, e saltato, da Pignone a sua volta superato dal sempre veloce Testai che prevaleva, nell’ordine, su Giletta, Bosticco, Bonato, Fissore, Dall’Osto, Stocchino, per citare, come si conviene, i primi dieci della classifica.

Esaurita la verve agonista, rimpiazzata dal consueto clima ilare e divertito che si instaura tipicamente nel dopo corsa, ci si ritrovava per le premiazioni ospitati presso una vasta zona coperta messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Macello; a tal uopo ringraziamo il Sindaco, nella persona del Signor Enrico Scalerandi, come il Corpo dei Vigili Urbani, per l’accoglienza che ci hanno riservato.

 

Guido Ragazzini

Download
Classifiche Macello 16 aprile.pdf
Documento Adobe Acrobat 652.1 KB
Download
Classifica Campionato Provinciale Torino
Documento Adobe Acrobat 718.9 KB

Tutto pronto per il Campionato Regionale Piemontese XC

Domenica 24 aprile a Barone C.se si svolgerà il campionato regionale XC.

Ritrovo e iscrizioni in Piazza Statuto 5 - Barone C.se - dalle ore 8.00 e poi partenza a scaglioni alle 9.30 da Via S. Stefano - Candia C.se.

E' obbligatoria la pre-iscrizione: email elmega2763@gmail.com - Gianni 339 7568008 (whatsapp o messenger).

 

Vi aspettiamo numerosi!

Campionato Nazionale cicloturistico - Copparo (Fe) 29 maggio

Campionato Nazionale cicloturistico a squadre a Copparo (Fe) il 29 maggio in accordo con AVIS.
 
Per informazioni contattare Giuseppe cell. 3475816293

Seconda Prova Campionato Provinciale Strada - 16 aprile Macello (TO)

Ritrovo: ore 13.30 presso Piazza Roma

Partenza: ore 14,30

 

Preiscrizioni inviando copia della tessera a iscrizionitorino@gmail.com

Campionato Regionale Cronometro Individuale

Sabato 14 maggio a Pertengo si svolgerà il Campionato Regionale Cronometro Individuale, organizzato dal Team One P.M. nel contesto delle manifestazioni legate alla Granfondo Mangia e Bevi con partenza alle ore 14:00.

Domenica 15 maggio ore 10:00 partenza Granfondo e Medio fondo con premiazione finale alle 15:30.

Leggi qui la locandina completa.

Prima Prova Campionato Provinciale Strada - La Cassa (To) 10 aprile

Domenica 10 aprile a La Cassa (TO) si è svolta la prima prova di Campionato Provinciale su Strada.

 

Scarica la cronaca qui di seguito

Download
CRONACA PRIMA PROVA CAMPIONATO PROVINCIA
Documento Adobe Acrobat 104.9 KB

La classifica completa della giornata

Download
Classifiche La Cassa 10 Aprile.pdf
Documento Adobe Acrobat 629.5 KB

Comunicazioni Gara di Macello

GT Mediofondo - 3 aprile

Domenica 3 aprile è l'agriturismo Greppi di Crescentino ad accogliere l'organizzazione del Gt Mediofondo di Davide Morosino, premiato nonostante il meteo da quasi 240 partecipanti che dopo i consueti chilometri in gruppo si sono affrontati sulla nota salita di San Raffaele Cimena.

 

Al rientro un ottimo risotto alla toma ha riscaldato l'atmosfera prima che la cerimonia di premiazione avesse luogo, per la prima volta anche in diretta streaming sulla pagina del circuito.

Qui di seguito le classifiche.

Download
Classifiche.pdf
Documento Adobe Acrobat 149.2 KB

DOMENICA 3 APRILE - XC ROCCA C.se

Il clima è bello fresco causa la pioggia e le nevicate a bassa quota dei giorni precedenti, ma non ha impedito alla 80ina di bikers intervenuti a Rocca C.se di gareggiare e divertirsi sui sentieri magistralmente preparati dai volontari della locale protezione civile ed A.I.B. Terreno in perfette condizioni e, nonostante le piogge dei giorni precedenti, senza fango.

Ora 10, ascoltate le ultime raccomandazioni da parte della giuria e, soprattutto, del Sindaco di Rocca Alessondro Geom. Laiolo che fa da apripista alla gara, si parte.

Un breve tratto di lancio porta i partecipanti sull’anello di gara da ripetere 4 volte per tutte le categorie.

Fin dal primo passaggio le gerarchie sono definite con la coppia terribile di junior griffata RDR Leynicese, composta da Lorenzo Barilati e Mirko Bresciani a menare le danze e ad alternarsi al comando e tutti gli altri ad inseguire, partendo dai compagni di squadra Luca Cuffia, Riccardo Ornaghi, Marco Bertolino, il president Cristiano Borgo e Duma Porondi Laurentiu.

Sarà proprio la Società di casa RDR Italia Leynicese racing team a monopolizzare la classifica con ben 7 atleti nelle prime 10 posizioni.

Vince Mirko Bresciani che precede, in volata, il compagno di squadra Lorenzo Barilati.

Al terzo posto un indomito Domenico Gotta che, dall’alto della sua classe, porta a casa un terzo posto assoluto a circa 2 minuti dal vincitore ed aggiudicandosi la categoria M5.

Al quarto posto assoluto troviamo Luca Cuffia che fa della regolarità la sua forza vincendo tra gli M4 precedendo i compagni di squadra Enrico Bertolino, primo M1 e Riccardo Ornaghi.

Gianni Castelli interrompe l’egemonia RDR Leynicese piazzandosi in settima posizione.

All’ottavo posto si classifica “The President” Cristiano Borgo che fa sua la categoria M4 davanti al compagno di team Duma Porondi Laurentiu, primo M2.

A chidere la top dieci ci pensa Marco Zappino.

Valter Casalegno vince tra gli M6 così come Gianpiero Cavallo fa tra gli M7 e Giuliano Garlaschè nella categoria M8.

Marta Giaccaglia, nonostante una partenza ad handicap si aggiudica la vittoria tra le donne precedendo la ligure Simona Massaro quindi Maria Elena Belfiore ed Emiliana Lo Vetere.

In fase di premiazione lo sportivissimo Sig Sindaco ha parole di elogio per tutti i partecipanti, per la squadra di protezione civile ed i volontari che hanno preparato e ben presidiato il percorso.

Come al solito la premiazione prevede borse di prodotti vari per tutti i classificati.

Tra le Società svetta la Società di casa RDR Italia Leynicese racing team (e non poteva essere diversamente) davanti al bikers team ed al Cusati bike.

 

Prossimo appuntamento per domenica 10 aprile a Reano (To) al “Moncuni park” per il memorial Giacomo Sgarbi.

Qui di seguito la classifica completa della gara.

Download
Classifica Squadre.jpg
Formato JPG 95.1 KB
Download
Classifica.jpg
Formato JPG 270.0 KB
Download
Coppa Piemonte.jpg
Formato JPG 163.5 KB

Caramagna - 2 Aprile

In una giornata fredda ma asciutta sono un centinaio i partecipanti della prima gara riservata alla seconda serie organizzata tra le province di Torino e Cuneo.

 

Tra i giovani è Luca Galiotto (Team Poirinese) che anticipa gli avversari e vince in solitaria a braccia alzate, mentre Matteo Rignon (Roracco) regola gli inseguitori e Fabio Terroni (Bicistore) chiude il podio.

 

Nella seconda partenza in tre prendono il largo e il gruppo non reagisce, così i tre fuggitivi si giocano la vittoria nella volata ristretta vinta da Valter Giletta (Vigor) su Paolo Turco (Team Poirinese) e Giancarlo Aghemo (Team Bike Pancalieri).

 

Qui di seguito la classifica competa della giornata.

Download
Classifiche Caramagna 2 Aprile.pdf
Documento Adobe Acrobat 632.6 KB

Cronache del Trittico di Apertura

a cura di Guido Ragazzini

Ecco le cronache delle gare del Trittico di Apertura con classifica finale!

Download
CRONACA 3° PROVA TRITTICO di APERTURA.p
Documento Adobe Acrobat 148.6 KB
Download
CRONACA 2° PROVA TRITTICO di APERTURA.p
Documento Adobe Acrobat 148.5 KB
Download
CRONACA 1° PROVA TRITTICO di APERTURA.p
Documento Adobe Acrobat 136.2 KB

GIORNATA DELLA SOLIDARIETA'

GIORNATA DELLA SOLIDARIETA' - 2 aprile 2022
 
La fondazione “Un passo insieme” con la collaborazione dell’A.S.D. Sportman organizza la “Giornata della Solidarietà” in occasione della festa di San Francesco.
Caro amico ciclista sei invitato a divertirti pedalando su un percorso a tua scelta, noi ti aspettiamo per un rinfresco in compagnia alle ore 16:00 presso la Fondazione a Val della Torre (Brione), Via Alpignano 123, seguirà premiazione alle ore 16:30, durante il rifresco saranno effettuate le iscrizioni.
Saranno premiate le squadre più numerose.
Per le A.S.D. aderenti allo C.S.A.I.N. la manifestazione avrà carattere di Campionato Metropolitano.
La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione meteo.
Download
cicloturistica_2_aprile.jpeg
Formato JPG 134.0 KB

Conclusione del Trittico di Apertura - 27 marzo

Si è concluso a Murello (CN) domenica 27 marzo il Trittico di Apertura che ha visto vincere in volata ristretta della fuga, nella partenza dei giovani Mostaccioli Antonio seguito da Pacchiardo Walter e Oliveri Fabio.

Nella seconda partenza, in volata generale del gruppo, arriva a primo posto Picco Alessandro seguito da Caporali Stefano e Fissore Sergio.

Qui di seguito la classifica completa dell'ultima giornata di gara e a seguire la classifica generale a conclusione.

Download
Classifica Murello 27 marzo.pdf
Documento Adobe Acrobat 648.3 KB
Download
Classifica Finale Trittico di Apertura.p
Documento Adobe Acrobat 643.6 KB

A Villareggia un grande inizio della stagione mtb

Villareggia - domenica 20 marzo - prima prova coppa CSAIn Piemonte - MF Moncrivilla
Domina lo junior Mattia Zunino che si divora i 35 km e 1000 m di dsl in 1h e 35 minuti lasciando il secondo, Mirko Travaglini (M3) a 5 minuti ed il terzo, Francesco Apruzzese (M4) a 6. Quarto è Alessio Crivello che vince tra gli M2. Al quinto posto troviamo Riccardo Ornaghi, quindi Luca Cuffia, Naca Raptor Agostinone (primo M5) , all'8° posto Luca Leoncini, al 9° Nicholas Turetta (primo M1). A chiudere la top ten è Luca Tarricone. All'11° posto si piazza il neo M6 Carmelo Cerruto che vince la categoria. Vincenzo Cuccurullo si aggiudica la vittoria tra gli M7, Claudio Stocco vince tra gli M8, Elisa Nardi tra le donne e Stefano Barbato tra i debuttanti.

2^ Prova Trittico di Apertura: “A volte ritornano”

Diversamente dalla raccolta di racconti “horror” di Stephen King, al cui titolo mi sono ispirato per dare intestazione alla presente cronaca sportiva, nella seconda prova del “Trittico di Apertura” tenutasi a Casanova, vi è stato un lieto fine ed un fausto inizio, nel senso che abbiamo ritrovato un corridore, Walter Pacchiardo (ASD Aurantia), reduce da un grave incidente rimediato in corsa nell’ottobre del 2020 così come confermato un altro, Alessandro Picco (S.C. Bike Delu Mapei), entrambi vincenti nella propria partenza.

Andiamo all’antefatto: in un numero di corridori finalmente apprezzabile, ed in una giornata dal clima mite, ci si ritrovava nei pressi dell’Abbazia di Casanova per disputare la sopracitata seconda prova del “Trittico” nel classico percorso che prevedeva tre giri passanti per i “mangia e bevi” dei “Gianin” ed altre modeste asperità in grado comunque, visto che vi fosse un molesto vento sferzante per tutto il percorso di gara, di creare selezione, proiettando in avanscoperta i migliori o più attenti all’andamento della corsa.

Nella prima partenza – tre le squadre numericamente più nutrite: la “ASD Aurantia”, il “Team Bike Pancalieri” e la “ASD Roracco” -, quella riservata ai più “giovani”, la prima tornata del percorso si svolgeva a “scatti e contro scatti”, senza che nessuno riuscisse ad avvantaggiarsi mentre nel secondo giro era un quintetto, composto da Crivello (Ciclo Polonghera), Ruo Rui (Assault to Freedom), Fantini (ASD Roracco), Moschini (Team Bike Pancalieri) e Allois (ASD Aurantia) a prendere le distanze dal gruppo guadagnando su di esso una trentina di secondi.

Al tradizionale suono della campana, che segnala ai corridori che vi è solo più un giro del percorso da compiere, il vantaggio del cinque ardimentosi era salito a circa 45 secondi, ma il portacolori della “Team Colpack Ballan”, Gallo, “non ci sta” e si mette in caccia dei fuggitivi che riesce a raggiungere, e con lui il gruppo rimasto alla sua ruota, a circa otto chilometri dall’arrivo.

Oramai in vista del plotoncino di fuggitivi, quand’ormai il tentativo di fuga era stato annullato, tentavano di evadere dal gruppo tirato da Gallo, Pacchiardo (ASD Aurantia) e Mostaccioli (Team Bike Pancalieri), ma in quest’occasione era l’alfiere della “ASD Sanetti Sport”, il forte cronoman Davi, a non concedere spazio al duo di testa, riportandosi su di esso, e con lui tutto il gruppo, a due chilometri dallo striscione d’arrivo.

A questo punto le squadre, certe dell’arrivo a “ranghi compatti”, si organizzavano per tenere allungato il plotone - in particolare il “Team Bike Pancalieri” vedeva sacrificarsi una delle sue punte, Carrozzino, a favore del Mostaccioli e così l’”ASD  Aurantia” con Allois a favore di Pacchiardo -, per portare la propria punta veloce nella posizione più favorevole ed era proprio il Pacchiardo a sfrecciare per primo, seguito dal lesto ed astuto Altare (ASD Sanetti Sport), Mazza (ASD Dotta Bike), Dalmasso (ASD Roracco), Gallo, Berri (Team Stroppa), Rignon (ASD Roracco), Finotto (Team Bike Pancalieri), Lenza (ASD Aurantia) e Mostaccioli a completare i primi dieci.

 

La seconda partenza, quella riservata ai corridori più attempati, all’avvio di questa, vedeva la sortita solitaria di Ferri (AS Ciclismo) che veniva ripreso dopo qualche chilometro. Altre scaramucce di poco conto venivano rintuzzate assai rapidamente, ma era da una di questa che ne uscivano avvantaggianti in due, Capellino (Team Bike Pancalieri) e Ragazzini (Asnaghi MikeBau) che procedevano senza troppa convinzione e venivano perciò anch’essi ripresi dopo qualche chilometro in avanscoperta.

La seconda tornata avveniva senza che alcunché degno di nota avvenisse, ma era al suono della campana che in due uscivano dal gruppo per darsi alla fuga, Carbone (Rodman Azimut Squadra Corse) e Bausardo (Asnaghi MikeBau), prontamente inseguiti da altri sette – Bungaro (Team Poirinese), Giletta (Vigor Cycling Team), Capellino, già sopra menzionato, Sciandra (Centro Edile Pedale Imperiese), Sergio Fissore (Team Bike Pancalieri), Silvestri (Team Danymark Sanremo) e Picco (S.C. Bike Delu Mapei) -, che si riportavano sui due dopo un breve inseguimento.

Il vantaggio dei nove si ampliava immediatamente ed i tentativi di chiudere sui fuggitivi, operati dal generoso Ferrero (Endura Team Bike) come da un duo della “Bicistore Cycling Team” non producevano risultati permettendo così ai nove di filare all’arrivo per disputare la volata risolutiva che non poteva che essere appannaggio della ruota notoriamente più veloce, cioè Picco, seguito da Silvestri, Bausardo, a completare il podio, dietro i quali si piazzavano, nell’ordine, Fissore, Sciandra, Capellino, Carbone, Giletta e Bungaro.

Prevaleva, nella successiva volata del gruppo, un altro che di arrivi veloci “ne sa”, avendone vinti a centinaia, Testai del “Team Santysiak” che coglieva così la decima piazza della classifica finale.

Esaurito il pathos agonistico, in clima del tutto conviviale ed ilare, sotto la regia di Elisa Zoggia e Collaboratori, ci si ritrovava per le premiazioni, svolte le quali ci si dava appuntamento per domenica prossima a Murello (CN), terza ed ultima prova del “Trittico di Apertura”

                                                                Guido Ragazzini       

Download
Classifiche Casanova 19 marzo.pdf
Documento Adobe Acrobat 788.5 KB
Download
Classifica Trittico di Apertura.pdf
Documento Adobe Acrobat 683.1 KB

A Osasio ha preso il via la stagione su strada torinese

Sono Francesco Carrozzino e Silvio Lentini a inaugurare con una vittoria la stagione torinese delle gare su strada, domenica 13 marzo ad Osasio.

In una mattinata dal clima ancora invernale oltre un centinaio di appassionati si sono riuniti al Campo Sportivo per affrontarsi a colpi di pedale sul percorso lungo 21 chilometri, che hanno percorso tre volte prima di lanciarsi sul traguardo.

Il prossimo appuntamento con il Trittico di Apertura sarà sabato 19 marzo all'Abbazia di Casanova

Download
Classifiche Osasio 13 Marzo.pdf
Documento Adobe Acrobat 645.8 KB

Diplomati a Feletto Canavese i nuovi Direttori di Gara Csain

Si è tenuto a Feletto Canavese, presso la sede della Federazione Italiana Calcio Balilla, il corso di formazione per Direttori di Gara Csain tenuto, come da normativa, da docenti federali.

In 14 hanno superato l'esame abilitativo, preparandosi così a sostenere l'attività organizzativa.

A loro i migliori auguri di Buone Corse!

A Cigliano un ciclocross sotto il sole

Raffaele Pionna, Graziano Zanolla, Marco Chiocchetti, Francesco Barbazza, Emiliano Paiato, Marco Maginzali, Massimo Salone, Riccardo Acuto, Giovanni Fedrigo e Rosella Bazzarello sono i vincitori di categoria del penultimo appuntamento di ciclocross della stagione 2021/2022. 

Il percorso è il medesimo del campionato nazionale tenuto la settimana precedente, ma percorso in senso contrario impone ai partecipanti difficoltà ignote.

 

Il prossimo ed ultimo appuntamento della stagione sarà il 6 febbraio a Borgo d'Ale con le premiazioni del campionato provinciale di Torino, quello di Biella/Vercelli e la premiazione di Coppa Piemonte.

A Cigliano incoronati i Campioni Nazionali Ciclocross Csain 2022

La mattinata si presenta con una fitta nebbia accompagnata da un freddo intenso e pungente, le strade sono ghiacciate e la galaverna ha avvolto di brina gelata la vegetazione. L’ambientazione è prettamente siberiana.

Verso le 11.30 iniziano ad arrivare i primi corridori che oggi si daranno battaglia per la conquista della maglia di campione nazionale ciclocross CSAIn 2022.

Il campo di gara è stato allestito dall’UC Cigliano presso l’area del “tiro a volo delle Alpi”: il terreno è in condizioni quasi perfette, nonostante il freddo intenso non è assolutamente gelato, non c’è fango e non se ne prevede la formazione durante lo svolgimento delle gare.

Sono le 13.30 quando vengono chiamati alla partenza le categorie del master 5 che partiranno per primi seguiti ad intervalli di 30 secondi, dalle restanti categorie.

E’ Vincenzo Crivellari che prende immediatamente il largo portandosi al comando per una cavalcata solitaria fin sulla linea d’arrivo. Alle sue spalle la lotta è serrata per la seconda posizione tra Marco Maginzali, Davide Pignone e Fulvio Bernardon, Riccardo Barbero segue ma senza molte possibilità di inserirsi nella lotta.

Davide Pignone riesce a guadagnare qualche secondo sui diretti rivali ma al penultimo giro, uscendo da una curva, scivola ed i suoi avversari ne approfittano per prendere il largo. Sul traguardo Maginzali conquista il secondo posto e Bernardon di accontenta del gradino basso del podio ma fa festa per la conquista della maglia di campione nazionale, seguono Pignone, Barbero, Del Nunzio, Guerrini e Andrulli.

Secondi a partire sono i Master 6: la gara è un monologo della coppia formata da Eugenio Cossetto e Massimo Salone. I due hanno una marcia in più tanto da recuperare tutti i Master 5 partiti 30 secondi prima. La vittoria sarà roba loro, troppo distanti tutti gli altri.

Quando la volata pare ormai certa ecco il colpo di scena, dopo aver condotto per tutta la gara, all’ultima curva Cossetto rallenta facendo passare Salone che a braccia alzate festeggia vittoria e maglia di campione nazionale.

Al terzo posto troviamo Massimo Bosticco poi è la volta di Achilli, Cresta, Guglielmino, Olette, Lavezzari, Bruno, Trocello e Schiantarelli.

Andrea Zamboni non perde troppo tempo a mettere in chiaro chi sarà il vincitore tra i Master 7. Gli basta un giro per mettere tra se e gli altri quel tanto che basta per gareggiare in tranquillità ed aggiudicarsi la vittoria senza tanti patemi. Vincenzo Cuccurullo conquista il secondo posto mentre un rattoppato Riccardo Acuto fa suo il terzo posto lottando sia con il dolore alla coscia destra che con un indomito Marco Farina che conquista la maglia di campione nazionale. Seguono Bray, Violi F., Menin, Fedeli, Peruginelli, Racca, Aseglio e Borrello.

E veniamo ai Master 8 con l’infinito duello stagionale tra Oto Batilde e Giovanni Fedrigo. Questa volta la spunta, in volata e di pochi centimetri, un coriaceo Giovanni Fedrigo ma i due non si sono di certo risparmiati per tutta la gara con accelerazioni, scatti, contro scatti e tanti sorpassi. All’ultima curva Fedrigo esce davanti, Oto Batilde incrocia la traiettoria ed imposta la volata all’interno. Il testa a testa è bellissimo, grazie anche all’incitamento del pubblico. Fedrigo la spunta, Oto Batilde è secondo ed Angelo Zago chiude sul terzo gradino del podio ma conquista la maglia di campione nazionale regolando Augusto Bosio, Claudio Stocco, buon quinto al rientro alle gare dopo oltre un anno. Seguono Rocca, Berti (primo Master 9), Pionna, Granata, Buschini, Costa, Carozzi e Buranello.

Rosella Bazzarello vince tra le donne B e si porta a casa l’ennesima maglia di campionessa nazionale.

E si parte per gara 2 con debuttanti, junior, M1, M2, M3 ed M4.

E sono proprio i giovani della categoria Junior a confezionare la miglior gara di giornata. Protagonisti annunciati Marco Berri e Raffaele Pionna:  Berri ci prova, eccome se ci prova, ogni uscita di curva è uno scatto, un tentativo di allungo, una rasoiata nelle gambe per cercare di fiaccare la resistenza dell’avversario. Ma Pionna non molla anzi, appena può mette la sua ruota davanti ma Berri ci crede. E si arriva al finale con Pionna che entra per primo nel rettilineo d’arrivo lanciando la volata, Berri prova a resistere ma non riesce a recuperare e deve accontentarsi del secondo posto. Al terzo posto chiude Nikola Popovic e al quarto il debuttante Lorenzo Agostino che conquista la maglia di campione nazionale di categoria.

Graziano Zanolla fa sua la vittoria tra i Master 1 davanti a Marco Torreano, Tommaso Gandini ed Alessandro Gazzoni che conquista la maglia di campione nazionale.

E’ Gabriele Domini che vince tra i Master 2 aggiudicandosi anche la maglia tricolore precedendo Marco Chiocchetti che, con una gara in crescendo, conquista un buon secondo posto su Andrea Zanquoghi, Giuseppe del Giudice e Matteo Castaldi.

Finalmente, dopo le ultime uscite un po’ tribolate ed avare di soddisfazione, Francesco Barbazza coglie una bella vittoria tra i Master 3 regolando un combattivo Riccardo Ornaghi che si deve accontentare del secondo posto ma che si consola con la maglia di campione nazionale. Buono il terzo posto di Alfio Segnati che precede Fabio Marchisotti e uno sfortunatissimo Francesco Marchisio che viene subito estromesso dalla lotta per il primato da una botta che gli danneggia il cambio. Seguono Alessandro Vivaldi, Simone Badone e Michele Testini.

Gli ultimi a partire nella seconda gara sono i Master 4. Emiliano Paiato non lascia scampo ai suoi avversari aggiudicandosi vittoria e maglia di campione nazionale. Bruno Dellerba ci ha provato, ha tenuto botta per 2 giri, poi la superiorità di Paiato ha avuto la meglio e Dellerba ha dovuto alzare bandiera bianca. Sul terzo gradino del podio troviamo un regolare Massimo Moncalvo sempre più saldamente al comando della classifica di coppa Piemonte. Al quarto posto Renato Piscedda precede Pietro Destefano, Marco Segnati, Igor Ricci, Fabio Salsa, Christian Biasibetti, Fabio Marcato e Maurizio de Crignis.

A classifiche pronte si passa alle premiazioni precedute dal saluto di Elisa Zoggia, delegato nazionale CSAIn ciclismo che procede alla vestizione dei neo campioni nazionali con le maglie del primato.

 

Si passa poi alla premiazione con borse di prodotti gastronomici per tutti i classificati.

La premiazione Annuale del Ciclismo domenica 5 dicembre

Si terrà domenica 5 dicembre la tradizionale festa del ciclismo Torinese, cui quest'anno si uniranno alcuni premiati della provincia pavese.

L'appuntamento è domenica 5 dicembre alle ore 10,00 presso il Castello di Corveglia, sito a Borgo Corveglia 86, Villanova d'Asti.

Nell'occasione verrà presentato il Calendario Nazionale 2022, e verranno premiati i tesserati che hanno ottenuto titoli regionali e nazionali e le società che si sono distinte nel 2021 nel cicloturismo.

Verranno inoltre premiati coloro che hanno raggiunto gli obiettivi del Bike To Origin 2021.

Di seguito riportiamo gli elenchi dei premiati.

 

I premi verranno consegnati unicamente ai presenti.

A Rivoli un successo organizzativo per il ciclocross al lago Castelpasserino

Sabato 20 novembre nell'area verde di Castelpasserino, nel comune di Rivoli, a due passi da Torino, è il più classico dei climi del periodo ad accogliere gli appassionati del ciclocross targato C.S.A.In: nebbia, nebbia ed ancora nebbia, per la verità non molto fitta, ma umida e fredda.

A riscaldare l'atmosfera ci pensa l'abbondante centuria giunta per contendersi la vittoria, ma soprattutto perchè il ricavato della manifestazione verrà devoluto in beneficenza al centro oncologico I.R.C.C. di Candiolo.

L'iniziativa, partita da Marco Berri, ha avuto il pieno appoggio del Team Ascenders che ha collaborato all'allestimento del percorso e alla ricerca di sostenitori che con il loro aiuto hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.

Tocca ai gentleman 1 aprire le danze seguiti ad intervalli di 30 secondi da gentleman 2, supergentlemen A, supergentlemen B e donne

Tra i gentleman 1 è Vincenzo Crivellari che si pone subito al comando e giro dopo giro incrementa il vantaggio su Luca Alladio e Luca Pignone che chiuderanno nell'ordine alle sue spalle.

Bella ed avvincente la gara dei gentleman 2 con un terzetto al comando fin dal via composto da Mauro Sedici, Marco Motta e Pierpaolo Bagnasco, che ha visto un continuo alternarsi dei tre in testa a dettare il ritmo. L'epilogo nel corso dell'ultimo giro quando Motta prova l'allungo, guadagna pochi metri che Bagnasco e Sedici non riescono a chiudere giungendo nell'ordine sul traguardo.

Quando il gatto non c'è i topi ballano ed oggi Alessandro Cottini ha fatto la parte del topo vincendo a mani basse tra i Supergentlemen A e relegando Mario Bellino e Salvatore Gelli sui gradini bassi del podio.

Stesso copione anche tra i Supergentlemen B dove è stato Oto Batilde a farla da padrone e, senza dannarsi troppo, ha avuto la meglio su Angelo Zago ed Augusto Bosio.

Tra le donne si aggiudica la vittoria la giovane Stefania Scarpa davanti alla veterana Daniela  Di Prima che, fino a metà gara, ha tenuto testa alla più giovane avversaria cedendo con l'onore delle armi. Al terzo posto troviamo Ernestina Borgarello quindi Rosella Bazzarello ed Alessia Della Valle.

E siamo pronti per la partenza della seconda gara: ad aprire i giochi sono junior e senior quindi veterani 1 e veterani 2.

Si invola subito il milanese Daniele Passi che viaggiando costantemente sotto i 5 minuti al giro non ha rivali in grado di impensierirlo ma alle sue spalle si scatena la lotta tra Marco Torreano, Raffaele Pionna e Gabriele Domini. I tre divertono e si divertono in sorpassi e contro sorpassi.

Il finale vede vincitore Passi (S2) al secondo posto Marco Torreano (primo S1) quindi Gabriele Domini (S2) poi è la volta di Raffaele Pionna (primo Junior). Seguono Graziano Zanolla, Stefano Cinquino, Marco Torchia, Marco Cusati,

Marco Chiocchetti e Pietro Vitanza chiudono la top ten.

Ineccepibile la condotta di gara di Francesco Barbazza che, seppur rientrato da poco nelle competizioni di ciclocross non ha particolari problemi a controllare gli arrembanti Alan Croci e Yuri Droz.

E' Bruno Dellerba che mette la ruota davanti a tutti tra i veterani 2 precedendo i coriacei Massimo Moncalvo e Gianfranco Albanese.

Redatte velocemente le classifiche, mentre accanto al campo di gara atleti e accompagnatori si ristorano con tisane calde offerte dall’erboristeria di Rivoli, si procede alle premiazioni con premi per tutti i classificati e le foto di rito.

La bella giornata sportiva volge al termine e, mentre si ritira il materiale, la sera avanza e la nebbia non ha nessuna voglia di abbandonarci.

 

La Coppa Piemonte concede un'altra pausa (l'ultima). Si riprenderà mercoledì 8 dicembre a Casale Monferrato con il memorial Giovanni Pinna, ma questa è un'altra storia .... state sintonizzati.

 

Le foto sono visibili al seguente link https://photos.app.goo.gl/2xq1RJ4xnh2qgdrx9

Download
class coppa CSAIn Piemonte CX.pdf
Documento Adobe Acrobat 566.1 KB

La Cronaca della "100 Km" di sabato 30 Ottobre

                            “Una poltrona per due”

 

In una giornata grigia ed uggiosa, che prometteva pioggia unitamene al primo freddo autunnale, ci si ritrovava in pochi corridori a Caramagna Piemonte (CN), paese agricolo della piana cuneese, per disputare “La 100 km”, ultimo ed atteso appuntamento della stagione 2021.

Il percorso, del tutto identico a quello delle precedenti edizioni, constava di ben poche difficoltà, presentando tre brevi cavalcavia a rompere la monotonia di un itinerario altrimenti “in bolla” , ma erano i chilometri complessivi, come poi in seguito una modesta spruzzata di pioggia, a rendere “problematico” lo svolgimento della corsa.

Con spirito inusualmente “democratico” per il periodo, Elisa Zoggia, giudice CSAIN di gara, affidava al gruppo, ovviamente sotto la propria supervisione, l’onere di decidere se dare il via alla competizione assommando, visto l’esiguo numero di partecipanti, i corridori più giovani a quelli più anziani: il plotone sportivamente rispondeva, pressoché all’unisono, di preferire una partenza unica.

All’abbassarsi della bandierina che sanciva l’inizio delle “ostilità” principiavano i consueti scatti e contro scatti senza che da questi ne sortisse alcunché di significativo.

Sornione Mostaccioli (Team Bike Pancalieri), il plurimo vincente della stagione 2021 - il più titolato del lotto dei partecipanti alla vittoria finale -, controllava la corsa, mandando di volta in volta i propri compagni di squadra in avanscoperta, a sua volta tenuto d’occhio dal veloce Altare (Sanetti Sport) come pure da Barra (ASD Aurantia), Fantini (ASD Roracco), Cucco (Dotta Bike Racing) ed altri – questi fra i più attivi atleti nell’attaccare come a rintuzzare le sortite degli avversari -, ma nulla accadeva al di fuori di una sortita senza esito che vedeva effimeri protagonisti Finotto (Team Bike Pancalieri). Bosticco (Ciclo Polonghera) e Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine).

L’attacco decisivo, a circa chilometri 65 dall’arrivo, avveniva “per pedale” di chi, Davi (ASD Sanetti Sport), fino a quel momento si era “nascosto” nella pancia del gruppo dal quale prepotentemente usciva portandosi appresso Ragazzini, lesto a prenderne la ruota.

Si formava così un duo di testa che, grazie all’impegno ed alla generosità del forte cronoman in forza alla “Sanetti Sport” - ed a sparuti cambi in testa del Ragazzini a tirare per fare “rifiatare” Davi, sulle cui spalle erano affidate le possibilità di successo della fuga -, consolidava il proprio vantaggio che giungeva a quasi due minuti sul gruppo.

Nel frattempo, nelle retrovie, a circa dieci chilometri dal traguardo, si scatenava la bagarre che vedeva proiettarsi in avanti Bausardo (ASD Asnaghi Cucine) nel tentativo di anticipare il gruppo, prontamente inseguito da un drappello di corridori al cui interno vi erano Stocchino (NorautoMidas Team), Lentini (Progetto Ciclismo Santena), Ciliberti (Cicli Dedonato Road Runner), Petruzzelli (ASD Asnaghi Cucine), Bosticco, Barra, Cucco, già sopra menzionati.

Raggiunto il Bausardo, si formava quindi un plotoncino di una decina di unità che procedeva di comune accordo dandosi i cambi in testa a tirare, ma il gruppo si faceva sotto, tirato dalla vigorosa spinta di Mostaccioli deciso a conquistarsi la terza piazza in volata.

Nel mentre Davi e Ragazzini giungevano all’arrivo nell’ordine, con un Davi stremato per le energie profuse per sostenere la fuga a due, e Ragazzini, riconoscendo all’occasionale compagno il merito di ciò, transitava alla sua ruota sulla linea del traguardo.

La volata del gruppo, o di ciò che ne rimaneva, com’era prevedibile, era appannaggio di Mostaccioli su Altare, quest’ultimo l’unico a poter contrastare l’alfiere del “Team Bike Pancalieri”, a seguire Burdese (ASD Roracco), Perucca (Team Bike Pancalieri), Finotto, Barra, già sopra ricordati, Dellerba (AS Ciclismo), Brusa (ASD Asnaghi Cucine), a chiudere “la rosa” dei primi dieci – una menzione “speciale” per quest’ultimo, Mario Brusa, vista la propria appartenenza alla categoria SGA.

Esaurito il pathos della competizione ci si ritrovava per le premiazioni che avvenivano nel consueto clima amicale ed ilare sotto l’attenta e simpatica regia di Elisa Zoggia e dei suoi collaboratori con l’augurio di ritrovarci numerosi negli appuntamenti del prossimo anno.

                                                              Guido Ragazzini   

Download
Classifica La 100 Km.pdf
Documento Adobe Acrobat 613.9 KB

Incoronati a Forno Canavese i Campioni Provinciali Torinesi della Montagna

Enrico Bertot, Giorgio Rostan, Franco Gaddò, Enrico Bertarelli e Maurizio Bertot sono i neo campioni provinciali della Montagna che hanno vestito la maglia al termine della cicloscalata del Paluc sabato 23 ottobre.

 

Per il comune di Forno Canavese è stato un fine settimana denso di eventi: accanto alla tradizionale Fiera del Paluc l'amministrazione comunale ha infatti voluto rilanciare l'attività sportiva, che da tempo latitava in questo ricco territorio.

E così grazie alla lungimiranza del sindaco Alessandro Gaudio e con la collaborazione di tutta la Giunta Comunale e della presidente del Fan Club di Egan Bernal Paola Venturuzzo per gli appassionati del ciclismo gli appuntamenti sono iniziati il venerdì sera con "Tutte le sfumature del Grande Ciclismo": una serata in compagnia dell'ex professionista Franco Balmamion

, del Direttore Sportivo dell'Androni Giocattoli Giovanni Ellena, di Davide Marta, editore di Alvento, e della voce ufficiale del Giro d'Italia Paolo Mei.

La domenica è stato il momento dei più piccoli, che grazie alla collaborazione della RDR Leynicese Racing Team hanno potuto mettersi in gioco in tutta sicurezza sul percorso allestito appositamente per loro.

Il sabato invece ha visto confrontarsi gli appassionati delle cicloscalate nella classica Forno-Milani, una salita lunga 6 chilometri e mezzo con 400 metri di dislivello totale, svolta su un percorso interamente presidiato grazie ai 48 volontari che hanno coperto gli incroci e alla polizia municipale che ha aperto la via ai partecipanti.

La ruota più veloce sul traguardo è stata quella di Simone Vergnano davanti a Lorenzo Alladio e Enrico Bertot.

Le premiazioni si sono svolte presso gli impianti sportivi, dove la Proloco ha accolto tutti con ottime bibite offerte ai partecipanti.

Un ottimo inizio per l'edizione zero della cicloscalata del Paluc, che rinnova l'appuntamento al 2022

 

Download
Classifica Forno Canavese 23 ottobre.pdf
Documento Adobe Acrobat 605.3 KB

Cronaca 3° Prova “Trittico di Chiusura”

“Ruote veloci si confermano tali”

In una giornata dalla temperatura mite e dal bel sole, ci si ritrovava in un numero appena accettabile ad Osasio, comune agricolo della piana piemontese, per disputare la terza ed ultima prova del “Trittico di Chiusura”.

La corsa si svolgeva in un collaudato percorso che non presentava alcuna difficoltà altimetrica, ma ci pensava il vento ed il chilometraggio a rendere le “cose complicate” per i corridori delle due consuete partenze.

Principiamo, come sempre, dalla narrazione della prima corsa, quella riservata ai più prestanti e giovani: essa si avviava nel tipico disordinato parapiglia che distingue i primi momenti delle gare in circuito, ma era solamente alla fine della prima tornata – 4 i giri nel “quadrilatero” i cui vertici erano Pancalieri, Vigone, Cercenasco, Virle, per un totale di  un ‘ottantina di chilometri -, che si avvantaggiano in tre: Bruno (Team Poirinese), Fissore (Team Bike Pancalieri), Barra (ASD Aurantia).

Essi procedevano spediti di comune accordo, certi dell’appoggio dei compagni rimasti nelle retrovie, pronti a rintuzzare gli attacchi di coloro che avrebbero voluto riportarsi sui tre fuggitivi.

Grazie all’impegno profuso dal trio, e all’opera di “controllo” sugli avversari operato dai compagni di squadra dei fuggitivi, il terzetto giungeva ad avere sugli inseguitori fino ad un minuto e mezzo, cosa questa che determinava “l’esplodere” della corsa nelle retrovie quando ormai mancava una manciata di chilometri all’arrivo.

Dalle scaramucce a colpi di scatti e contro scatti ne uscivano in tre: Mostaccioli (Team Bike Pancalieri), Altare (ASD Sanetti Sport) e Pacchiardo (ASD Aurantia); ma il gruppo “non ci stava” e, su spinta di Allois (Polisportiva Pessionese), in prossimità di Pancalieri, si riportava sotto ai fuggitivi.

Appena avvenuto il ricongiungimento ripartiva Pacchiardo seguito prontamente da Marchetta (Pedalando in Langa).

Sul duo di fuggiaschi si riportava in azione solitaria Bertot (AS Ciclismo) venendosi così a formare un altro terzetto che collaborava per portare la propria contro-fuga all’arrivo ormai prossimo.

Nel frattempo il trio di testa era pressoché giunto a disputare la volata per il successo finale e questo, come sabato scorso nella 2° prova del “Trittico”, era nuovamente appannaggio del veloce Fissore che prevaleva su Barra e Bruno.

A seguire Pacchiardo e Bertot, mentre Marchetta sarebbe giunto attardato all’arrivo poiché preda dei crampi negli ultimi chilometri.

A completare la “rosa dei dieci”, Allois, Mondo (Arredamenti Berruti), Mostaccioli, Mansuino (ASD Dotta Bike) e Finotto (Team Bike Pancalieri).

Differentemente dalla prima partenza, l’andamento di quella riservata ai corridori più maturi, vedeva in esordio di corsa avvantaggiarsi un corridore, Petruzzelli (ASD Asnaghi Cucine) che rimaneva in avanscoperta per alcuni chilometri.

Ripreso il Petruzzelli, era il compagno Bausardo (idem) a tentare la sortita solitaria, ma il suo tentativo protrattosi per quasi un’intera tornata del percorso veniva annullato dal vento come dalla reazione del quintetto della “NorautoMidas Team” – di cui faceva parte il neo acquisto Ferrero, ufficialmente alla “NorautoMidas Team dal prossimo anno -, che si poneva in testa a tirare fino a riassorbire il Bausardo.

Ripreso il corridore della “Asnaghi Cucine”, si proiettavano in avanti un gruppetto di corridori, all’interno del quale vi erano Fissore (Team Bike Pancalieri), due “Santysiak”, Olivero e Bonato, due “NorautoMidas”, D’Apollo e Raviolo, Salone (Team Pedale Pazzo), Giletta (Vigor Cycling Team) e Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine) che procedevano senza troppa convinzione favorendo così il rientro di un terzetto, tirato da Lentini (Progetto Ciclismo Santena) seguito da Stocchino (NorautoMidas Team) e Petruzzelli.

Avvenuto il ricongiungimento nascevano nuovi tentativi di selezione, dai quali emergevano, definitivamente, in nove: Olivero e Bonato, Stocchino, Raviolo e D’Apollo, Lentini e Giletta, Salone, Ragazzini.

Com’era ovvio attendersi all’ultimo giro cominciavano i tentativi di avvantaggiarsi di coloro che si sentivano battuti in caso di arrivo in volata, ma il ferreo controllo del trio ella NorautoMidas – trio che annoverava la presenza di un corridore dall’ottimo spunto veloce qual è Raviolo -, non permetteva ad alcuno di evadere, nonostante i plurimi tentativi di Bonato.

Ormai in vista dello striscione d’arrivo era Lentini a rompere gli indugi e, pur essendo partito pressoché dalla testa del gruppetto di nove, vinceva con “una bicicletta di vantaggio” su Raviolo, a seguire il compagno D’Apollo, Olivero, Ragazzini, Bonato, Stocchino, Salone, Giletta.

Nel mentre i nove giungevano in vista del traguardo, nelle retrovie si erano avvantaggiati in quattro, quattro che andavano a disputarsi la decima piazza in volata, conseguita questa da Riva (Roero Speed Bike) su Perucca (Team Bike Pancalieri), Bungaro (Team Poirinese) e Petruzzelli.

Conclusesi le due corse, si passava alle premiazioni e della corsa odierna come del “Trittico” essendo quella di oggi, come sopra ricordato, l’ultima delle tre prove.

Qui di seguito i nominativi dei primi tre per categoria:

 Junior 1° Danilo Fissore (Team Bike Pancalieri)

2° Enrico Bertot (AS Ciclismo)

3° Lorenzo Boccardo (Team Poirinese)

Senior 1 1° Michele Burdese (ASD Roracco)

2° Andrea Mazza (Team Bike Pancalieri)

3° Carmelo Marchetta (Pedalando in Langa)

Senior 2   1° Antonio Mostaccioli (Team Bike Pancalieri)

2° Daniel Altare (ASD Sanetti Sport)

3° Roberto Orrù (Team Poirinese)

Veterani 1   1° Roberto De Luca (Team Poirinese)

2° David Rabino (Team Poirinese)

3° Federico Fissore (ASD Aurantia)

Veterani 2    1° Marco Mondo (Arredamenti Berutti)

2° Bruno Dell’Erba (AS Ciclismo)

3° Giuseppe Finotto (Team Bike Pancalieri)

Gentleman 1  1° Silvio Lentini (progetto Ciclismo Santena)

2° Sergio Fissore (Team Bike Pancalieri)

3° Franco D’Apollo (NorautoMidas Team)

Gentleman 2     1° Michele Bausardo (ASD Asnaghi Cucine)

2° Guido Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine)

3° Wilhelm Bonato (Team Santysiak)

Super Gentleman A 1° Claudio Alparone (Ciclo Polonghera)

2° Maurizio Gomba (Ciclo Polonghera)

3° Antonio Bungaro (Team Poirinese)

Super Gentleman B  1° Ferdinando Marletta (ASD Pedale Novese 73)

2° Riccardo Soro (S.C. Piossasco)

3° Roberto Dall’Osto (Ciclistica La Loggia)

Sperando nel protrarsi del bel tempo, i prossimi appuntamenti saranno il “Memorial Rosario Marletta” che si disputerà a Novi Ligure (AL), domenica 24 ottobre e “La 100 Km” a Caramagna Piemonte (CN), sabato 30 ottobre.

 

                                                                Guido Ragazzini

Download
Classifica Finale Trittico di Chiusura.p
Documento Adobe Acrobat 717.5 KB
Download
Classifica Osasio 16 ottobre.pdf
Documento Adobe Acrobat 626.8 KB

Cronaca 2° Prova Trittico di Chiusura

“Qualis pater, talis filius, Team Pancalieri propheta in Casanova”

In una giornata tipicamente ottobrina, seppur allietata dalla comparsa di un tenue sole, ci ritrovavamo in parecchi corridori per disputare la “2° Prova del Trittico di Chiusura” ottimamente organizzata dalla AS Ciclismo.

Tale competizione prendeva origine dall’Abbazia di Casanova per snodarsi in un ampio giro “ondulato” da compiersi quattro volte e fare infine ritorno al complesso abbaziale nei pressi del quale era posto l’arrivo.

Assai diverso l’andamento delle due rispettive partenze, “giovani” ed “anziani” , cosa questa sicuramente dovuta al fatto che non molto numerosa fosse la gioventù e ben più nutrite le presenze nei corridori della “seconda età”.

All’avvio della prima partenza erano subito lesti ad avvantaggiarsi, nei dolci declivi prospicenti al “Golf Club”, Fissore (Team Bike Pancalieri) e Criscione (OM.CC) ai quali, in azione solitaria, si univa il forte passista e cronoman Davi (ASD Sanetti Sport), rientrato sul duo di attaccanti poco dopo la breve asperità detta dei “Gianin”.

Corsa finita.

Il trio non veniva più ripreso dal gruppo – plotone dissuaso dall’inseguire il trio dalla presenza dei compagni del Fissore che vigilavano attenti sui tentativi degli avversari di riportarsi sui tre avanguardisti -, fino a che, ormai prossimi all’arrivo, ci provava Davi a distanziare i compagni di fuga sapendosi battuto in caso di arrivo in volata, ma il suo tentativo d’allungo era prontamente rintuzzato da Criscione e Fissore, ormai determinati a giocarsi la vittoria in volata.

E così avveniva, prevalendo il veloce Fissore su Criscione e Davi.

Nel frattempo nelle retrovie, nel corso dell’ultimo giro, sulla solita breve erta dei “Gianin”, la corsa esplodeva proiettando in avanti Mondo (Arredamenti Berutti), Mansuino (ASD Dotta Bike) e Strano (Team Poirinese).

I primi due riuscivano ad anticipare il gruppo, e giungere rispettivamente 4° e 5°, mentre lo Strano, attardatosi rispetto al duo qui sopra, veniva saltato dal solo Mostaccioli lanciato in velocità e che conseguiva così la sesta piazza, staccando, nell’ordine, Altare (ASD Sanetti Sport), Picco (SC Bike Delu Mapei) e Girardi (ASD Aurantia).

Come detto inizialmente ben diverso l’andamento della corsa dei corridori più anziani. Si susseguivano, fin dall’avvio, i tentativi di prendere distanza dal gruppo – particolarmente attivo D’Apollo (NorautoMidas Team), e per tutta la corsa, Stocchino (idem), Lentini (Progetto Ciclismo Santena), Mancini (ASD Asnaghi Cucine), Petruzzelli (idem), Bosticco (Ciclo Polonghera), Bonato (Team Santysiak), Piacentini (Rendigò Sport Team) ed altri -, ma nessuno di essi andava a buon fine fino a ritrovarci a gruppo “compatto”, in verità una lunga fila di corridori, ormai prossimi all’arrivo.

Rompeva gli indugi Piacentini, tentando la “zampata risolutrice”, grazie alla quale aveva guadagnato poco meno di un centinaio di metri sul plotone, ma si rialzava in preda ai crampi lasciando via libera agli specialisti degli arrivi veloci che non tradivano le attese presentandosi in una volata a ranghi ormai ristretti ove aveva la meglio Fissore (Team Bike Pancalieri) su Caporali (NorautoMidas Team), Testai (Team Santysiak) – uno che di volate “se ne intende” e che ne avrà vinte a centinaia come il Caporali e lo stesso Fissore -, il ritrovato Dana (Ciclistica La Loggia), Bausardo (ASD Asnaghi Cucine), Ragazzini (idem), Brunetti (ASD Mania Bike), Donati (Team Santysiak), Gomba (Ciclo Polonghera) e Lanzo (Ciclistica Bordighera) a completare la “rosa dei primi dieci”.

Entrambe le corse si concludevano così col successo pieno degli alfieri del “Team Bike Pancalieri”, Fissore padre e figlio, euforici per la riuscita “famigliare” e così i loro compagni per averli supportati.

La manifestazione si chiudeva con le consuete premiazioni, in clima finalmente disteso dopo il pathos della gara, nel corso delle quali ci si dava appuntamento, per la conclusione del Trittico, ad Osasio, sabato prossimo.

 

                                                                     Guido Ragazzini

Download
Classifiche Casanova 9 ottobre.pdf
Documento Adobe Acrobat 715.2 KB
Download
Classifica Trittico di Chiusura.pdf
Documento Adobe Acrobat 653.4 KB

Cronaca “ULTIMA PROVA CAMPIONATO PROVINCIALE TORINO/ 1° Trittico di Chiusura”

“Ruote veloci non mentono”

 

Nonostante il diffuso “terrorismo atmosferico” che si è impadronito da tempo dei media - era annunciata pioggia per domenica, pioggia di cui fortunatamente non si è vista traccia; siamo in perenne “emergenza”, che siano due gocce d’acqua o tre centimetri di neve -, ci ritrovavamo in numero appena accettabile in quel di Murello (CN) per disputare l’ultima prova del “Campionato Provinciale di Torino”, competizione organizzata da “AS Ciclismo” e svoltasi nel collaudato circuito che si sviluppa fra la suddetta località, Villanova Solaro e Ruffia, oltrepassata a quale si rientrava a Murello, ove era posto l’arrivo.

E veniamo allo specifico delle due partenze divise per fasce d’età principiando, come di consueto, da quella dei più prestanti e giovani: due le squadre più “strutturate” e quindi più sorvegliate dal gruppo, rispettivamente il  “Team Bike Pancalieri” e l’”Aurantia”. Ciò nonostante era sul finire del secondo giro che riuscivano ad evadere dal plotone un gruppetto di fuggitivi che, ben presto, sotto impulso di Mostaccioli (Team Bike Pancalieri), si riduceva a due sole unità, il summenzionato Mostaccioli ed il compagno di scuderia Fissore.

Il duo procedeva senza tentennamenti per un giro completo del percorso – tutt’altro che facile rimanere in avanscoperta per il vento che tipicamente batte la piana piemontese -, fino a che venivano riassorbiti dal gruppo. Forte dell’attuale buona condizione atletica, al terzo giro ripartiva Fissore con Calandra (Garda Scott Matergia), ma anch’essi venivano ripresi nel corso dell’ultima tornata del percorso.

Si proponeva quindi come “attaccante di giornata” Allois (Polisportiva Pessionese), ma anch’egli vedeva annullato il proprio tentativo di fuga solitaria a circa sei chilometri dall’arrivo.

Riassorbito Allois tentava il colpo da finisseur lo stesso Mostaccioli, a circa tre chilometri da Murello, ed una volta ripreso l’alfiere del “Team Bike Pancalieri” era Girardi (ASD Aurantia) a provare il “colpo risolutore”, ma pure il suo tentativo era annullato ad un solo chilometro dal traguardo.

Toccava quindi a Marchetta (Pedalando in Langa) tentare un ultimo disperato assalto, ma la sua manovra era prontamente contrastata dal gruppo - come da Mostaccioli che lesto si poneva nella sua scia -, lanciato a forte velocità essendo ormai vicinissimo l’arrivo.

Il “comando delle operazioni” era quindi preso da Altare, velocista in forza alla “ASD Sanetti Sport” che usciva allo scoperto ancora lontano dallo striscione d’arrivo, vedendosi così saltato e sopravanzato di qualche metro dal vigile e lucido Mostaccioli che coglieva la Nike a braccia alzate.

Terzo giungeva Calandra, a seguire il sempre presente Dell’Erba (AS Ciclismo), Burdese (ASD Roracco), Pennella (Team Poirinese), Barra (ASD Aurantia), Dalmasso (ASD Roracco), Rignon (Idem), Mazza (Team Bike Pancalieri).

Diverso l’andamento della corsa dei corridori “più anziani” che vedeva, all’abbassarsi della bandierina che sanciva l’avvio delle “ostilità” , lanciarsi in fuga uno dei componenti della squadra maggiormente accreditata per il successo finale, D’Apollo della “Norauto-Midas Team”.

Ripreso il corridore della “Norauto-Midas Team”, si succedevano una serie di scaramucce dalle quali sortiva Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine) che si ritrovava, quasi suo malgrado, solitario in avanscoperta e così rimaneva per un paio di tornate del percorso senza pur tuttavia credere che il suo velleitario tentativo di fuga sarebbe stato coronato dal successo.

Difatti veniva riacciuffato senza grosse difficoltà dalla “Norauto-Midas Team” come da altri che si erano posti al suo inseguimento.

Era nel passaggio attraverso il paese di Villastellone - mancava circa un giro e mezzo da percorrere dell’anello di gara -, che si avvantaggiavano in quattro, Bonato (Team Santysiak), D’Apollo (Norauto-Midas Team), Ferrero (ASD Team Perini Bike) e Bausardo (ASD Asnaghi Cucine) – ognuno di essi era rappresentante delle compagini più titolate per la vittoria finale -, e subito il gruppo comprendeva che quella fosse la fuga “buona” , cioè quella destinata a giungere all’arrivo.

Tuttavia non ci stava il forte passista Pignone (Colline Oltrepò) che con un’imperiosa accelerazione seminava coloro che si erano messi alla sua ruota sapendo delle sue qualità e si riportava sui quattro ad una manciata di chilometri dall’arrivo.

Ormai in vista del traguardo era D’Apollo a provare ad allungare, tentativo rintuzzato da Pignone che, sì facendo, metteva in fila il gruppetto ormai prossimo alla volata conclusiva, volata che era appannaggio del veloce Ferrero che prevaleva sull’altrettanto veloce Bausardo, vincitore della 2° prova del Campionato Provinciale Torino disputatasi sullo stesso percorso un mese e mezzo fa circa; in scia giungeva Bonato, poco più dietro Pignone e D’Apollo a chiudere il quintetto dei fuggitivi.

Nel frattempo che i cinque si disputavano il successo finale erano Stocchino (Norauto-Midas Team) e Lentini (PCS Santena) a distanziarsi dal gruppo e giungere in quest’ordine all’arrivo.

Il resto del gruppo veniva regolato in volata da un’altra nota “ruota veloce”, Perucca (Team Bike Pancalieri) che prevaleva su Martino (SC Bike Delli Mapei) e Alparone (Ciclo Polonghera) altro velocista dai tanti titoli.

Si giungeva quindi alle premiazioni come pure al conferimento delle maglie di “Campione Provinciale Torino”.

Esse venivano assegnate ai seguenti corridori:

Senior 1:  Gazzoni Alessandro (Endura Team VDL)

Senior 2: Strano Alessandro (Team Poirinese)

Veterani 1: Rabino David (Team Poirinese)

Veterani 2: Dellerba Bruno (As Ciclismo)

Gentlemen 1: Stocchino Max (Norautomidas Team)

Gentlemen 2: Castello Giuseppe (Ultra Team)

Supergentlemen A: Succio Domenico (Ultra Team)

Supergentlemen B: Marletta Ferdinando (Pedale Novese 73).

La seconda prova, questa disputatasi a Murello era la prima, facente parte del Challenge detto “Trittico di Chiusura” si disputerà a Casanova (TO) sabato 9 ottobre e la conclusiva ad Osasio (CN), sabato 16 ottobre.

 

                                                                     Guido Ragazzini

Download
Classifiche Murello 3 ottobre.pdf
Documento Adobe Acrobat 632.8 KB

Classifiche gara di Busano del 28 agosto

Download
Classifiche Busano 28 agosto.pdf
Documento Adobe Acrobat 632.9 KB
Download
Classifica Campionato Provinciale Torino
Documento Adobe Acrobat 632.4 KB

Cronaca “2° PROVA CAMPIONATO PROVINCIALE TORINO”

“Dalla Sicilia (e dal vercellese) con furore”

In una giornata finalmente estiva, ma non canicolare, ci ritrovavamo a Murello (CN) per disputare la 2° Prova del Campionato Provinciale di Torino, competizione organizzata da “AS Ciclismo”, svoltasi nel collaudato circuito che si sviluppa fra la suddetta località, Villanova Solaro e Ruffia, oltrepassata a quale si rientrava a Murello, ove era posto l’arrivo.

Due le partenze per fasce d’età e, come di consueto scoppiettanti entrambe fin dall’avvio.

Nello specifico di quella riservata ai “giovani” erano in cinque ad avvantaggiarsi sul gruppo dopo appena quattro, cinque chilometri dal via.

Il drappello degli avanguardisti era così composto: Pera (Team Bike Pancalieri), Carrozzino (idem), Danilo Fissore (idem), Marchetta (Pedalando in Langa) e Albiero (Garda Scott Matergia).           

Ovviamente poca era la concordia fra i fuggitivi, essendoci ben tre rappresentanti del “Team Bike Pancalieri” e ciò favoriva infine il rientro di altri cinque corridori, nelle persone di Dell’Erba (AS Ciclismo), Fantini (ASD Roracco), Rignon (idem), Pasolini (Atelier della Bici), Picco (SC Bike Delli Mapei). Si formava così una fuga a dieci elementi che, una volta organizzata, procedeva in “doppia fila” senza tentennamenti.

Ad un giro e mezzo dalla fine, dei cinque previsti, l’accordo fra i dieci veniva frantumato dai ripetuti allunghi dei corridori della compagine numericamente più corposa, cioè dai tre del “Team Bike Pancalieri” che imponevano un’ulteriore selezione fra i fuggitivi che si riducevano a sei unità. Essi erano i già summenzionati Pera, Carrozzino, Pasolini, Fantini, Albiero, Marchetta, che filavano convintamente e di comune accordo in direzione dell’arrivo ormai prossimo.

A sette, otto chilometri dal traguardo tentava il colpo risolutore Pasolini, attacco che veniva prontamente neutralizzato dal duo della “Team Bike Pancalieri”

Ai meno tre chilometri era Marchetta a provarci ed il suo tentativo era stroncato da Carrozzino, il quale, ripreso l’alfiere della  “Pedalando in Langa”, tirava diritto tenendo alta l’andatura per favorire il compagno, il veloce Luca Pera che così coglieva la prima piazza in una volata a ranghi ristretti seguito, nell’ordine, da Fantini, Albiero, Marchetta, Pasolini, Carrozzino (da qui il titolo del presente articolo che allude al ritorno temporaneo in terra piemontese, proveniente dalla Sicilia, di Luca Pera).

La volata del gruppetto che seguiva era appannaggio del sempre veloce Picco su Fissore e Dell’Erba.

Analogo l’andamento della corsa riservata ai cosiddetti Gentleman, nel senso che appena s’abbassava la bandierina che sanciva l’inizio delle “ostilità” era lesto ad avvantaggiarsi Petruzzelli (ASD Asnaghi Cucine), prontamente seguito da Stocchino (Norauto Midas Team), Ferracin (Vigor Cycling Team) e qualche altro corridore nel consueto parapiglia con il quale si aprono le corse.

Ripreso il Petruzzeli, era Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine) a rilanciare, partendo velleitariamente in solitaria e rimanendo in avanscoperta per una tornata e mezza del percorso, fino ad essere riacciuffato dallo Stocchino a cui si era unito nell’inseguimento Bosticco (Ciclo Polonghera).

Si formava quindi un terzetto che proseguiva di comune accordo fino a che, poco dopo che si era costituito, rientrava su di esso un duo composto da Bausardo (ASD Asnaghi Cucine) e Quaglia (Team Santysiak).

Dopo un attimo di perplessità di coloro che erano in inferiorità numerica rispetto al duo dell’”Asnaghi”, il quintetto riprendeva a pedalare senza incertezze.

Come per la corsa dei “giovani” era sul finale, a circa dieci chilometri dall’arrivo, che i fuggitivi cominciavano a “tastarsi in polso”, decisi ad operare un’ulteriore selezione fra i presenti.

Allungava il Bausardo, prontamente seguito da Stocchino e Bosticco; si formava così un terzetto ben deciso ad andare a disputare la volata per il primo posto.

Ragazzini, rimasto alla ruota di Quaglia, staccava quest’ultimo per riagganciare i tre, ma, poco dopo essere rientrato sulla triade di testa, era nuovamente il Bausardo ad imprimere una violenta accelerazione e veloce Bosticco ad accodarsi, costituendo così un duo determinato ad andare all’arrivo. Ragazzini, ovviamente, si poneva passivo alla ruota dello Stocchino.

Nella volata a due prevaleva il veloce Bausardo sul forte passista Bosticco, mentre la volata per il podio se l’assicurava Ragazzini, certamente più riposato dello Stocchino, non avendo il primo “tirato un metro” negli ultimi chilometri poiché avesse il Bausardo in avanscoperta.

Nel frattempo nelle retrovie la battaglia si accendeva e da questa ne uscivano in quattro: l’attaccante per antonomasia Panepinto (Vigor Cycling Team) – ricordiamo il suo successo in una delle corse più dure del 2021, quella di Arro di Salussola, organizzata da Carlos Nicolello come pure il podio ai recenti “Campionati Nazionali Open” disputatesi recentemente a Chiusa Pesio -, seguito dal sopra citato Petruzzelli a cui si univano, dopo qualche chilometro di inseguimento altri due corridori, Martino (SC Bike Delli Mapei) e Bungaro (Team Poirinese).

La volata del quartetto era appannaggio di Martino su Petruzzelli, Panepinto e Bungaro.

La corsa si concludeva nel consueto clima ilare delle premiazioni, ben officiate dal personale della “AS Ciclismo”.

La terza prova del “Campionato Provinciale di Torino”, si disputerà a Busano (TO) nel classico circuito, sabato 28 agosto.

                                                              Guido Ragazzini   

Download
Classifiche Murello 18 Luglio.pdf
Documento Adobe Acrobat 644.9 KB

Variazione Data

A causa di problemi gestionali la gara di Murello del 11/7 viene rinviata a domenica 18/7/2021.

Alleghiamo il volantino aggiornato

 

“Carrozzino e Caporali, squadre vincenti non si cambiano”

In una giornata calda ed assolata – probabilmente i giorni precedenti alla corsa contraddistinti da un’afa invero fastidiosa hanno scoraggiato molti dal prendere parte a detta prova -, ci si ritrovava in numero appena accettabile a Caramagna (CN) per disputare la prima prova del “Campionato Provinciale Torinese” , competizione ciclistica ottimamente organizzata da “AS Ciclismo”

Il percorso, di chilometraggio opportuno per una corsa ciclistica che si voglia dire tale, seppur privo di difficoltà altimetriche, rendeva la competizione aperta ad ogni soluzione per quanto la presenza di agguerrite compagini faceva sì che entrambe le prove – l’una riservata ai “giovani” e l’altra ai “meno giovani” -, fossero tenute saldamente in mano da quelle squadre che avevano fra i propri rappresentanti uomini sicuramente vincenti nel caso di un arrivo in volata o di un ristretto gruppetto.

Andiamo allo specifico delle due partenze, principiando da quella dei giovani: come solitamente avviene all’abbassarsi della bandierina che tradizionalmente sancisce l’inizio delle “ostilità” si susseguivano una serie di infruttuose scaramucce prontamente rintuzzate dai più volenterosi.

Tuttavia, ad appena un chilometro dal via, lo scatto “giusto” era quello di Carrozzino (Team Bike Pancalieri) prontamente seguito da Marchetta (Pedalando in Langa), Girardi (ASD Aurantia), Rabino (Team Poirinese), Lavagna (ASD Sanetti Sport).

Si formava quindi un quintetto sul quale, con azione solitaria, si riportava Mostaccioli (Team Bike Pancalieri).

Il ritmo impresso dagli alfieri del “Team Bike Pancalieri” era sostenuto al punto che dopo i due cavalcavia, che fungevano da “Cima Coppi” del percorso, rimanevano in tre al comando, i due summenzionati atleti del “Pancalieri” unitamente a Marchetta.

I tre filavano di comune accordo ed a buona velocità fino a che il terzetto, al termine dei tre giri previsti, si presentava al traguardo, traguardo che vedeva transitare per primo Carrozzino, seguito da Marchetta – quest’ultimo, stretto nella morsa del duo del “Team Bike Pancalieri” ben poco avrebbe potuto fare se non “accontentarsi” della piazza d’onore -, e Mostaccioli.

Nel frattempo nelle retrovie erano principiate le solite schermaglie, schermaglie che vedevano cinque corridori prendere le distanze dal gruppo: lo scattante Altare (ASD Sanetti Sport), Danilo Fissore (Team Bike Pancalieri) – citato per nome per distinguerlo dal padre, Sergio, non di meno veloce del figlio -, Magliotto (Bicistore Cycling Team Car), Dell’Erba (AS Ciclismo), Strano (Team Poirinese) che in quest’ordine transitavano sulla linea d’arrivo.

La volata del gruppo, di quello che ne rimaneva, decimato dal caldo e dal ritmo di gara, era appannaggio del sempre veloce Picco (Sc Bike Delu Mapei) su Rignon (ASD Roracco).

La corsa riservata ai corridori più maturi prendeva avvio con i consueti scatti e contro scatti, fino a che prendeva avvio un effimero quanto velleitario tentativo di fuga a due, protagonisti il corridore ligure Drago (Bicistore Cycling Team Car) e Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine).

La “Norauto-Midas” , nelle persone di Stocchino, D’Apollo, Raviolo, Caporali, poneva fine, dopo qualche chilometro di agevole inseguimento, al tentativo di fuga dopo il quale, come tipicamente avviene, ne seguiva un altro, quello che si sarebbe dimostrato da lì a poco decisivo, che vedeva nove corridori proiettarsi in avanscoperta.

Alla seconda tornata del percorso, si riducevano a sette le unità e poi ancora si selezionava un drappello di cinque fuggitivi che andava a disputarsi la volata finale.

 

Volata finale che, com’era stato ampiamente pronosticato, era vinta da Caporali su Bausardo (ASD Asnaghi Cucine) e sul sempre attivissimo e generoso Panepinto (Vigor Cycling Team), protagonista sin dall’avvio di corsa, quindi Peluffo (Bicistore Cycling Team Car) e Giletta ((Vigor Cycling Team).

Ad una manciata di secondi giungevano Grosso (Pedale Carmagnolese) seguito da Gecchele (Team Poirinese), entrambi facenti parte dell’originaria fuga a nove.

Nel mentre il quintetto di testa filava verso l’arrivo, nelle retrovie si scatenava la bagarre, bagarre dalla quale sortiva in azione solitaria Petruzzelli (ASD Asnaghi Cucine) che prendeva un bel vantaggio sul gruppo, ma che veniva raggiunto e superato a quattrocento metri dall’arrivo da uno scatenato Drago seguito da Quaglia (Team Santysiak) e D’Apollo.

Spentosi il pathos della competizione ci si ritrovava per le premiazioni che avvenivano nel consueto clima amicale sotto l’attenta regia di Elisa Zoggia e dei suoi collaboratori.

 

                                                              Guido Ragazzini  

 

 

Download
Classifica Caramagna 26 giugno.pdf
Documento Adobe Acrobat 648.0 KB

Elenco Iscritti del Campionato Nazionale 2^ serie

Download
Iscritti del 20 giugno.pdf
Documento Adobe Acrobat 935.5 KB

Incoronati a Busano i Campioni Regionali 2^ Serie

Ruo Rui Mario, Dellerba Bruno, Nicolello Carlos, Allois Davide, Gazzoni Alessandro, bet Rodolfo, Melis Maurizio, Succio Domenico e Zuin Mario sono i neo campioni Regionali Strada 2^ serie incoronati dopo una gara molto combattuta.

Download
Classifiche Busano 2 giugno.pdf
Documento Adobe Acrobat 666.5 KB

I preiscritti del Campionato Regionale 2^ Serie

Download
Iscritti Prima Partenza.pdf
Documento Adobe Acrobat 346.6 KB
Download
Iscritti Seconda partenza.pdf
Documento Adobe Acrobat 388.3 KB

Le Classifiche di Busano ed Osasio

Download
Classifiche Busano 9 maggio.pdf
Documento Adobe Acrobat 642.2 KB
Download
Classifiche Osasio 23 maggio.pdf
Documento Adobe Acrobat 642.1 KB