Si comunica che la gara di enduro di Ponte dell'Olio (PC) è rinviata a data da destinarsi a causa delle avverse condizioni meteo

In arrivo il 1° Challenge Interregionale Enduro Csain!

L’Enduro, specialità ciclistica che ha visto i natali in Francia nel 2003 ed è derivato dall’enduro motociclistico, è una specialità del ciclismo fuoristrada la cui definizione più elementare sarebbe “discese cronometrate e salite senza orario”, anche se effettivamente anche i tratti in salita hanno un limite di tempo.

Ecco che questa specialità, che abbina le capacità tecniche e fisiche del cross country e del downhill, approda in casa Csain, dove dirigenti lungimiranti hanno colto l’occasione per creare una sinergia tra le province di Piacenza e di Cuneo: nasce così il 1° Challenge Interregionale Enduro Csain!

Due le prove coinvolte, aperte ai tesserati Csain, Fci e degli Enti convenzionati: il 19 maggio si gareggia a Ponte dell’Olio (Pc) con la 1° Prova Enduro Bike Valnure, dove l’organizzazione ha preparato 3 prove speciali a cronometro su un percorso lungo 36 chilometri con un dislivello totale di 1360 metri. A metà percorso è previsto un ristoro e all’arrivo pizza party!

Si passa quindi a domenica 26 maggio a Borgo San Dalmazzo in provincia di Cuneo, sui rinomati sentieri del “Saben trail Area” si disputerà il 1° Enduro del Saben: 3 prove speciali con 2000 metri di dislivello negativi mentre saranno 1400 quelli in salita.

Al termine della seconda prova premiazione finale ai primi 3 classificati, senza distinzione di Ente di appartenenza, per fasce d’età così suddivise: Debuttanti e Junior, Senior 1 e 2, Veterani 1 e 2, Gentlemen 1 e 2 e SgA e SgB, Donne e la nuova sperimentale categoria E-Bike.

 

E per chi non ne avesse ancora abbastanza dal 22 al 25 agosto andrà in scena la Trans Varaita Bike: 4 giorni di prove speciali sulle Alpi Cozie, tra Piasco e Sampeyre, Pontechianale e Bellino. Trails diversi ogni giorno con caratteristiche differenti, cucina locale e paesaggi unici ai piedi del Monviso.

COMUNICAZIONE VARIAZIONE CALENDARI MTB

Causa problemi organizzativi e di concomitanze, i calendari del campionato provinciale MTB XC e quello di coppa CSAIn Piemonte MTB XC, subiscono le seguenti variazioni: 
la gara prevista per domenica 23 giugno a Moncrivello (Vc) NON SARA' effettuata
la gara prevista per domenica 30 giugno a Soprana (Bi) sarà ANTICIPATA a domenica 23 giugno e avrà validità per il campionato MTB XC Bi Vc, per il master MB e per la coppa CSAIn Piemonte XC 2019.
la gara prevista per domenica 8 settembre a Mezzana Mortigliengo NON SARA' effettuata, si gareggerà a Moncrivello (Vc) con validità per il campionato MTB XC Bi Vc e per la coppa CSAIn Piemonte XC 2019

L'immagine può contenere: testo

L'immagine può contenere: testo

Massimiliano Perona e Marco Campesato vincitori a Corio

Domenica 28 aprile, la vicinanza della Pasqua con la festa del 25 aprile ha contribuito alla calendarizzazione di numerose manifestazioni concentrate in pochi giorni per la soddisfazione degli appassionati, ma con il pericolo per gli organizzatori di veder diminuire sensibilmente il numero dei partecipanti. Questo non accade ai circuiti piemontesi Csain del fuoristrada, che giovedì 25 aprile hanno visto al campionato regionale 103 partecipanti ed in questa ultima domenica di aprile con la Coppa Alka Torino XC Cup e la Coppa Piemonte Csain XC si ritrovano a Corio, nelle Valli di Lanzo.

Superano nuovamente il centinaio gli amanti delle ruote grasse che rispondono all’appello del Pedale Leynicese e prendono il via dalla piazza di Corio, affrontando un tratto ad andatura controllata prima di inoltrarsi nella competizione vera e propria.

É una gara come non se ne vedevano da tanto tempo: un tracciato lungo 22 chilometri in un giro unico posto tra Corio e Rocca Canavese, immerso nel verde e mai noioso, ricco di saliscendi, single track, due guadi e terreni differenti da affrontare. E poi ancora salite impegnative e una discesa tecnica che ha messo alla prova l’abilità e il coraggio di molti partecipanti. Il tutto perfettamente segnalato e pulito grazie all’immenso lavoro che l’associazione Sentieri Alta Val Malone porta avanti senza soluzione di continuità. Un tracciato che ha spaventato i più pavidi, ma che ha divertito tutti, compresi quanti alla partenza erano più dubbiosi ma che si sono messi in gioco con lo spirito che contraddistingue il nostro ambiente.

Vince un quasi fortunato Massimiliano Perona (Sixs Boscaro), che fora a pochi chilometri dall'arrivo, non si ferma ed in 1h e 18' chiude la pratica dei 22 km di gara. Alle sue spalle al secondo posto uno sfortunatissimo Davide Rosa (Magicuneo) che buca un po prima di Massimiliano, si ferma, ripara, riparte ma .... non lo riprende.
Al terzo posto assoluto c'è
Luca Cuffia (Leynicese Racing Team) che giunge insieme al compagno di squadra Lorenzo Barilati ma sulla riga bianca mette la ruota prima “relegandolo” ai piedi del podio. Quindo assoluto e primo dei Veterani 2 il presidente del Pedale Leynicese Cristiano Borgo, che transita sul traguardo insieme a Enrico Bertolino, mentre tra i Gentlemen 1 il miglior tempo è di Andrea Tosetto (Andorno – Vini Lusitania) che ferma il cronometro a 1 ora e 25 minuti, e tra i Senior 1 prevale il portacolori dei Bikers Team Fabrizio Crisafi.
Per Debuttanti, gentleman 2, superg A, superg B, donne e primavera il programma prevede "solo" (si fa per dire) 13 km di percorso ed il miglior tempo lo registra il debuttante Marco Campesato (Fulvia Pagliughi) che conclude la sua prova in 1h e pochi secondi e si è trovato a meraviglia sui tecnici ed impegnativi sentieri di Corio. Al secondo posto, staccato di un paio di minuti, il primo gentleman 2 Valter Casalegno(Bikers Team) che precede il pari categoria Ivo Deferville (Bicisport Ivrea). Tra i supergentlemen A prevale Claudio Stocco (Bikers Team) davanti al compagno di squadra Fong Wan Tat e Vittorio Granata (Cusatibike) e tra i supergentlemen B il tempo migliore è 1 ora e 23 minuti registrato da Augusto Bosio (Bikers Team) che lascia alle sue spalle Roberto Mallarino (Team Pedale Pazzo) e Giovanni Cenedese (Cusatibike). Come sempre grandi e meritati applausi per il primavera Simone Amadio (Pedale Leynicese) che conclude la gara in 1 ora e 31 minuti.
Due le donne in gara,
che abbiamo imparato ad apprezzare per la capacità di mettersi sempre in gioco senza preoccuparsi delle difficoltà e tagliare il traguardo con grandi sorrisi: vince Maria Elena Belfiore (Bikers Team) su Paola Emiliana Lo Vetere (Cusatibike).

Finalmente un terzetto si mette alla prova gareggiando, dopo la gara delle muscolari, con le E-bike: tra loro il miglior tempo registrato è quello di Paolo Valle (Pedale Leynicese) che chiude il percorso in 1 ora e 6 minuti, secondo a ben 24 minuti di distacco Stefano Barra (As Ciclismo) e terzo Luca Andrietti (Ciclistica Casellese).
Al termine, in attesa di classifiche e premiazioni, un gradito pasta party
omaggiato dall’organizzazione e preparato dall’associazione La Burera ha intrattenuto gli affaticati corridori e gli accompagnatori.
Prima di procedere con le premiazioni il Sindaco Sig.ra Maria Susanna Costa Frola ha ringraziato i convenuti invitandoli a ritornare a Corio per godere dell'ospitalità e scoprire altri chilometri di sentieri che faticosamente sono stati recuperati e resi agibili per passeggiate ed escursioni in MTB, e naturalmente Libero Rinaldi ed il Pedale Leynicese, che si sono spesi con tanto impegno per la realizzazione della manifestazione odierna, e cui tutti i presenti tributano un lungo e meritato applauso. Ed un ringraziamento va naturalmente a tutti i volontari degli Alpini e delle AIB di Corio e Rocca Canavese, che con il loro servizio hanno garantito la sicurezza sul percorso per l’incolumità dei partecipanti.
Infine le premiazioni con prodotti gastronomici locali, salami di turgia, focacce, biscotti, vino e grissini, gentilmente offerti dai commercianti di Corio per tutti i classificati.

 

Nella classifica a squadre la prima classificata è il Pedale Leynicese che sportivamente rinuncia al premio in favore della seconda classificata, la Bikers Team, e sul terzo gradino del podio sale la Sixs Boscaro.

Download
Classifiche Corio 28 aprile.pdf
Documento Adobe Acrobat 448.7 KB
Download
Classifica XC Alka Cup Torino 2019
Classifica aggiornata alla gara di Barone Canavese
class XC Torino.pdf
Documento Adobe Acrobat 856.1 KB

UN ARCOBALENO SUL 3° MEMORIAL “CIAO MIRKO”

E’ stato come un alito di vento gelido che si è portato via un altro anno. E sono tre da quel maledetto giorno ma, ancora ci poniamo molte domande sulla prematura scomparsa di Mirko che di anni ne aveva solo 16. La sua morte ha sconvolto la vita di Mamma Cinzia e degli amici più cari che si sono stretti attorno a Lei cercando di farle capire che non ci sono rose senza spine, anche se lo sappiamo bene che la spina che ha trafitto il cuore di Mamma Cinzia è stata devastante quella maledetta domenica del 10 Gennaio 2016 quando una Smart ha travolto Mirko mandandolo in coma. Mirko ha lottato in quei tre giorni di agonia, ha cercato di pedalare più forte che poteva nella gara più importante ma purtroppo ha perso la performance più titolata della sua giovane vita. Poi, Mamma Cinzia, il fratellone Niky e Max, il padre putativo che tutti vorrebbero avere, hanno deciso di “regalarla” ad altri donando tutti gli organi del loro gigante buono salvando ben sei vite. Gli amici invece, si sono adoperati fin da subito per ricordare come si conviene il ragazzo che adorava il nostro mondo che gira a pedali e siamo qui, alla terza edizione del “Ciao Mirko”, col dichiarato intento di ricordarlo degnamente e aiutare i ragazzini down con i quali Mirko aveva un particolare feeling e tutto il ricavato andrà a loro per una giornata di svago cui parteciperà il comitato organizzatore con a capo la bella famiglia di Mirko. Bellissimo il percorso di gara tirato a lucido per l’occasione e subito il fuoriclasse e veterano 2 Lele Tacchinardi sfodera una performance delle sue e s’invola solitario con quel rapportone che gli consente di realizzare il miglior tempo assoluto ( 1h , 26’, 8’’) e vincere da padre padrone sui pur volitivi Salva Giampa’ e Ale Monetta, più o meno come il leader dei gentleman 1 Carmelo Cerruto che fa la voce grossa sui colleghi Andrea Martini e il polivalente Marco Vacchini. Bella ed emotivamente intensa la gara dei veterani 1 dove il solito Sergio Viola …scorta per tutta la gara il suo scudiero Gianluca Aguzzi fin sul traguardo per poi prendersi la vittoria ma Aguzzi è felice per un arrivo in parata col suo capitano e consolida il primato nella generale. Corroborante vittoria di Matteo Luca Fochi nei senior 2 che trasforma gli affanni in felicità allo stato puro che condivide con i suoi diretti avversari Paolo Bovio e Max Vanzulli abbracciandoli sul podio per una foto incorniciata da un largo sorriso, lo stesso che sfodera il senior 1 Federico Bianco che esageratamente domina su Marco Grotti e Andrea Marcelli. Il super A Claudio Facchini ha finalmente dato uno schiaffone alle sue paure e s’impone con sicurezza su Giannino Succu e Gino Dona’ ma ancora meglio ha fatto il super B Giorgio Bano , ex vigile del fuoco che ha spento in fretta l’ardore agonistico di Aldo Allegranza e Luigi Scorbatti. Vince ancora Vincenzo Cuccurullo nei gentleman 2 ma Roberto Manzoni ha conquistato un meritatissimo secondo posto che vale oro, visto che ha perso solo in volata. Nell’emisfero femminile le più belle del reame sono risultate Laura Vecchio e Karin Tosato che rientra alle gare dopo un anno complicato passato fra medici e terapie ma ora è più forte e determinata di prima. Fiori e applausi anche per lo junior Andrea Molinari e per il debuttante Alessandro Tonati. Tutti premiati i 101 concorrenti del “Ciao Mirko” che di sicuro porteranno a casa un ricordo bellissimo e una centrifuga di emozioni e quelle gocce di pioggia che sono scese all’arrivo degli ultimi concorrenti, altro non erano che lacrime celestiali colorate da un incredibile arcobaleno che stazionava attorno al centro sportivo che il Primo Cittadino Claudio Ventimiglia ci ha gentilmente concesso. Mamma Cinzia affida ai social il suo pensiero stupendo:” Grazie a tutti per la giornata splendida splendente, a cominciare da chi si è adoperato per la pulizia del percorso, permessi e per i corposissimi premi e infine ai concorrenti che hanno voluto starci vicino nel ricordo di Mirko, ci avete commosso e vi diamo appuntamento al prossimo anno”. Ci sia consentito infine ringraziare anche il nostro Ente Csain per la vicinanza fin qui dimostrata in questo nuovo percorso che, per quanto ci riguarda, è un ritorno al passato, a quando eravamo Udace- Csain. Sono passati circa trent’anni ma i valori fondanti sono sempre gli stessi: fare sport e condividerne i frutti, specie se con le fasce più deboli del nostro tessuto sociale, un tessuto che parla un linguaggio semplice, si si, no no, e se fa una promessa la mantiene! Come noi …

 

Carmine Catizzone

Luca Cuffia e Valter Casalegno dominano alla Munta e Cala di Baldissero Torinese

 Baldissero Torinese, piccolo comune della Città Metropolitana di Torino adagiato sulla collina torinese ai piedi della caratteristica Basilica di Superga. Qui, tra i pendii verdeggianti e la tranquillità di una comunità unita e ristretta, un gruppo di volenterosi appassionati di mountain bike organizzano ogni anno un appuntamento immancabile del calendario provinciale del ciclismo fuoristrada. Ed è un appuntamento certo anche per il meteo, come ci confermano gli organizzatori:

delle diciassette edizioni già disputate quasi tutte, ad eccezione di un paio di anni fortunati, hanno subito il maltempo e si sono svolte sotto la pioggia.

E domenica 7 aprile, alla 18esima edizione, il meteo non ha fatto eccezione: dopo due mesi di siccità ecco ricomparire le fosche nubi che dal sabato sera riversano ad intermittenza scrosci di pioggia abbassando notevolmente le temperature primaverili dei giorni precedenti.

Ciononostante la mattina si preannuncia asciutta mentre ci dirigiamo al Campo Sportivo di via Cordova, dove oltre un’ottantina di ciclisti si apprestano a prendere il via incuranti del tempo inclemente per fronteggiarsi sul percorso tracciato sulla collina torinese.

Tre i giri da compiere per i giovani, due per la seconda fascia ed uno per i Primavera, questo il menù di giornata, gestito dall’infaticabile Gianni Riconda.

Tra i giovani vince un pimpante Luca Cuffia che chiude la pratica in meno di un ora e trenta minuti precedendo il compagno di squadra del Pedale Leynicese Lorenzo Barilati e Valentino Zappino.
Sui due giri non poteva che vincere il padrone di casa Valter Casalegno in un ora e spiccioli, che ha preceduto i giovani del Pagliughi Cicli,
Danilo Allamanno e Marco Campesato.
Tra le donne primeggia
Marta Giaccaglia su Maria Elena Belfiore e Paola Emiliana Lo Vetere che, per il suo compleanno, si è regalata una giornata in beauty farm a fare i fanghi.

Terminata la loro gara è il momento per le e-bike, la vera novità di questa stagione, di prendere ufficialmente il via. Purtroppo ora la pioggia scende battente sulla collina rendendo il tracciato veramente insidioso, e di quanti avevano precedentemente dato adesione molti si sono scoraggiati. Al termine della competizione è Mauro Lucini (As Ciclismo) a primeggiare davanti a un instancabile Carlo Ferri (Dotta Bike) che ha disputato anche la gara precedente.

Nessuna fatica è troppa se al termine viene ripagata con un rinfresco luculliano come quello approntato presso il campo sportivo: the caldo, immancabile con questo clima, e bibite sono affiancati da una tavola imbandita con torte dolci e salate, tramezzini al gorgonzola e al tonno e carciofi, salame, formaggi, focaccia e ogni altra golosità, con una sezione dedicata ai celiaci, tutto preparato in casa dalle signore di Baldissero. Ed i partecipanti, ma anche gli accompagnatori e lo staff, rendono onore a tanta bontà. Si passa quindi alle premiazioni, che dopo un breve e necessario ringraziamento a tutti i partecipanti e a quanti hanno reso possibile la manifestazioni, alla presenza della Coadiutrice Nazionale Csain Elisa Zoggia, non mancano di riflettere la generosità già riscontrata nel rinfresco e non lasciano nessuno a mani vuote.

 

Una nuova breve tregua viene concessa dalla pioggia mentre rientriamo dalle nostre famiglie, con il cuore leggero grazie alla bella mattina sportiva trascorsa e dandoci appuntamento a domenica 14 aprile a Mazzè.

Download
Classifica Munta e Cala 7 aprile.pdf
Documento Adobe Acrobat 380.7 KB

In 170 inaugurano la Coppa Piemonte Xc a Reano!

 Domenica 10 marzo, il sole splende sulla provincia torinese e invita a portarsi all’aria aperta per godere i primi accenni della primavera imminente. Sembra passato molto tempo dai circuiti di ciclocross, che in realtà hanno avuto termine solo poche settimane fa, e già è ai nastri di partenza il circuito di Coppa Piemonte Mtb Csain 2019 e l’Alka Torino Xc Cup.

Due campionati importanti, già noto il primo che quest’anno si disputerà in 14 prove una più avvincente dell’altra nelle province di Torino, Biella e Vercelli. Nuovo il secondo, l’Alka Torino XC cup: dieci prove di cui 6 aperte alla partecipazione delle e-bike con una partenza riservata, l’Alka Cup contiene il Campionato Provinciale Csain Torino che vedrà incoronare al termine della stagione i Campioni Provinciali, ma alla premiazione finale accederanno anche coloro che avranno preso parte alle partenze con E-bike con premi offerti da MyEbike, Alka, Cusatibike, Bikers Team e Dottabike.

Entrambi i circuiti hanno inizio in questa seconda domenica di marzo a Reano, con l’organizzazione e la gestione della gara affidate al G.S. Sesia.

Alle 8 del mattino al ritrovo è già chiaro il successo partecipativo: la consueta fila alle iscrizioni è un fiume in piena che travolge gli addetti ai lavori e costringe a ritardare le partenze. Al conto finale verranno superati i 170 partecipanti, con immensa soddisfazione delle famiglie Sgarbi e Sesia che da giorni lavorano per la pulizia del percorso tracciato sul Moncuni, noto agli appassionati locali che qui si allenano tutto l’anno.

Parte la gara, e la prima salita fa già selezione delle forze in campo: è Andrea Bugnone (Team Sasquatch) a scollinare per primo prendendo saldamente in mano la gara che dominerà fino a tagliare il traguardo a braccia alzate davanti a Domenico Gotta (Magicuneo) e Luca Cuffia (Leynicese Racing Team).

Primo Senior 2 e quarto assoluto Antonino Lo Monaco (Giai Team) che precede di due posizioni il primo Junior Lorenzo Barilati (Leynicese Racing Team).

Tra i Senior 1 vittoria di Valentino Zappino (Groppo) su Cristian Giuliano (G.S. Passatore) e Pellegrino Longobardi (Magicuneo).

La gara dei Debuttanti è vinta da Danilo Allamanno (Fulvia Pagliughi) davanti a Riccardo Massaglia (Bikers Team) e Alberto Voredin (Bikers Team).

Tra i Gentlemen 1 trionfo di Valentino Meneghini (Sixs Boscaro) su Andrea Tosetto (Ultra Team), mentre la categoria Gentlemen 2 è dominata da Valter Casalegno (Bikers Team) davanti a Carlo Gaj Tripiano (Leynicese Racing Team).

Tra i Supergentlemen A Claudio Stocco (Bikers Team) vince davanti a Giuseppe Collura (Gs Sesia) e Giorgio Sparaventi (Billy Team), e i Supergentlemen B sono regolati da Roberto Pozzati (Team Sasquatch), secondo il campione provinciale ciclocross 2019 Augusto Bosio (As Ciclismo) e terzo Giuseppe Rondi (Scuola Naz. Mtb Oasi Zegna).

Il podio femminile vede salire sul gradino più alto Marta Giaccaglia (Bikers Team) che vince davanti a Simona Massaro (Bicistore Cycling Team) e Maria Elena Belfiore (Bikers Team).

La categoria più giovane, Primavera, vede la vittoria di Mattia Amadio (Pedale Leynicese) su Alberto Canta (Angy Wheels Team) e Simone Amadio (Pedale Leynicese).

Un ricco rinfresco ristora i partecipanti dalle fatiche della gara mentre prendono il via le Ebike, che possono scatenarsi in piena sicurezza sul percorso affrontato da coloro che hanno gareggiato.

Il prossimo appuntamento è il 7 aprile a Baldissero Torinese, con l’organizzazione affidata al Bikers Team e la gestione della manifestazione nelle esperte mani di Gianni Riconda, fin d’ora operativo perché tutto funzioni perfettamente.

 

 

Download
Classifiche Reano 10 marzo.pdf
Documento Adobe Acrobat 530.1 KB

Novara: BALLINETOR, PASQUALI, AGOSTINONE E ALBERTOLLI BRILLANO A MAGGIORA

L'immagine può contenere: una o più persone, bicicletta e spazio all'aperto
Buono, anzi, buonissimo l’inizio di questa nuova edizione del Marcello Bergamo MTB Cup, mastter dal nuovo look che pesca a piene mani nell’entusiasmo del gruppo organizzatore cui serviva iniziare col piede giusto la nuova stagione che si preannuncia densa di qualità e buone aspettative. E si, perché il Marcello Bergamo MTB Cup non è soltanto un campionato di mountain –bike, è soprattutto una soap opera, una telenovela che si aggiorna ogni settimana e la recita la fanno i fortissimi amatori che la frequentano con tanto di registi, costumisti, comparse e tecnici al seguito, dunque, se anche a Maggiora, con la regia di Alberto Marucco, s’è registrato il pienone, tutto torna. Ottima la location dell’autodromo Pragiarolo e spettacolare la partenza nel pistino che immetteva sul favoloso percorso perfettamente pulito, segnalato e pettinato e gestito dagli uomini della pro-civ e dagli ex alpini. Parte la gara e subito lo junior Manuel Ballinetor si dimostra di un altro pianeta. Non lo dicono soltanto i risultati, ma anche il livello delle sue prestazioni, il carattere, la personalità e la sua fame di vittorie. Alla fine realizza il miglior tempo assoluto e la sua soddisfazione la può tagliare a fette come un pandoro. Il secondo miglior tempo assoluto e vincitore dei veterani 1 è risultato il fortissimo Fabio Pasquali, un atleta serio e giudizioso, incapace di fare calcoli e/o di correre in difesa, per via del fatto che è nato vincente e produce un ciclismo spumeggiante che anche i battuti, oggi Colombo e Aguzzi, plaudono con ammirazione. Che gara quella dei senior 2 ! Solo due stupidi secondi, praticamente un amen, separano il vincitore Luca Matteo Fochi dal secondo classificato Gianluca D’Ambros e quella stretta di mano a fine gara fra i due vale più di mille parole, specialmente se accompagnata da quella pacca sulle spalle del terzo classificato, Simone Spanò che arriva nella loro scia. Chapeaux! Si scrive Domenico Agostinone e si legge Maresciallo vincente! Il veterano 2 della Hr Team porta a casa un’altra bella e convincente vittoria ai danni di Lorenzo Bongiovanni e Christian Perra e allunga la sua meravigliosa collezione di perle, più o meno come il gentleman 1 Michele Albertolli che si prende il lusso di battere nientepopodimenoche Carmelo Cerruto e Davide Bionda per poi dedicare la vittoria ad una persona a lui molta cara, Nadia, questione di feeling, canterebbe Mina. E di amore, aggiungiamo noi! Ci sono atleti che nascono soldati e altri che sono portati per il comando. Lucio Pirozzini è uno di quelli che appartengono alla seconda schiera, con quel volto a volte sereno e a volte triste da attore di film western tipo John Wajne. Anche a Maggiora ha sterminato la sua categoria. Mi godo il mio momento – ci dice convinto Claudio Biella dopo aver tagliato il traguardo da vincente- e vado avanti per la mia strada. Peccato – dicono i suoi rivali - che questo momento dura da almeno due anni. Lo sanno bene i super A Claudio Facchini e Giannino Succu che però non se la sentono di imprecare contro di lui , anche perché- ci dicono convinti- è pure una brava persona, rispettosa e silenziosa, esattamente come il gentleman 2 Flavio Severico che ha avuto la meglio su Alessandro Albieri e Roby Poletti. E’ stata una bellissima giornata anche per il senior 1 Marco Joppa, quasi irreale, che s’infila tra il desiderio di vincere e la realtà di esserci riuscito con un vantaggio davvero rassicurante su Andrea Regis e Gabriele Nicolini. Il fisico è asciutto, da atleta. Lo sguardo è quello spaesato di chi non è abituato ai flash ma, la gentilezza e la disponibilità del vincitore dei debuttanti, Jacopo Barbotti, sono i suoi segni particolari, ma anche i battuti Stefano Ramponi e il rientrante Nicolò Tumiati sono dei bravi guaglioni. Le pedalate rosa sono state un affare privato fra Cristina Cortinovis (donne A) e Maria Elena Mastrolia, donne B e a giudicare dalla disponibilità a fine gara , ci sembravano davvero soddisfatte ma senza eccedere nell’entusiasmo. Sono fatte così, vincono e un minuto dopo sono immerse nei loro pensieri, non ultimi quelli di spostare sempre più i loro confini, con nuove avventure, nuove esperienze, nuovi obbiettivi. Chiude la saga delle vittorie il primavera Fabio Ramponi per un podio tutto MTB Omegna visto che lui posano Franco Ganzi e Luca Mazzuero. Standing ovation per Alberto Marucco in sede di premiazione che porta a casa la bella soddisfazione di aver organizzato, per l’ennesima volta, una gran bella gara, piaciuta a tutti, ben organizzata e ben premiata, un biglietto da visita importante che la base, composta da gente semplice ma attenta ai particolari, apprezza. Eccome se apprezza!
Carmine Catizzone

 

Ai nastri di Partenza Alka Torino Xc Cup

Scaldate i motori, siamo pronti a partire!

Che siano i motori muscolari o quelli delle vostre e-bike, sta per prendere il via una stagione di manifestazioni fuoristrada per tutti!

Grazie al contributo di Alka, Dotta Bike, MyEbike e Cusatibike, all'interno del Campionato Provinciale Mtb 2019, che conta ben 10 prove in cui cimentarsi, ecco che per la prima volta prende il via un circuito in 6 prove dedicato alle E-Bike!

A breve pubblicheremo il regolamento

A Borgo D'Ale si chiude in grande stile la Coppa Piemonte Ciclocross!

Prossime gare

SABATO 1 DICEMBRE – SANNAZZARO DE BURGONDI (PV) – Org.: Team Media Bike                               CICLOCROSS

2^ Prova “Il Ciclocross delle 3 Regioni” – 1^ ciclocross “Ad la Caurna”

Ritrovo: ore 12,00 presso Control Services, Via Mezzano 15 Frazione Mezzano

Partenza: ore13.30  G1/G2/SgA/SgB/Donne
                 ore 14.30 Ju/S1/S2/V1/V2 

=================================

DOMENICA 2 DICEMBRE – REANO (To) – Org.: Team Sesia                                                                                              CICLOCROSS

7^ Prova Trofeo Amici del Ciclocross - 7^ Prova Campionato Provinciale Ciclocross Torino

Ritrovo ore 8,30 Via della Parrocchia Reano presso “il Parco”
Partenza: ore9.30 Deb/Ju/S1/S2/V1/V2 tempo di gara 50' + 1 giro
                 ore 10.45 cat G1/G2/SgA/SgB/Donne tempo di gara 40' + 1 giro 

Pomeriggio: BEBY CUP REANO BOYS   libera a tutti da 5 a 14 anni

Ritrovo ore 13.30 Sede Proloco Via della Parrocchia

Partenza ore 14.30 percorso presso “il PARCO” giri da ripetere + volte in base all’età dei concorrenti

=========================================

DOMENICA 2 DICEMBRE – MAGLIONE (To) – Org.: Bike Team A Ruota Libera                                              CICLOCROSS

Ciclocross La Cascina – Master Palzola

Ritrovo ore 12,00 Ristorante La Cascina, Via Cigliano 22
Partenza: ore 13.30  G1/G2/SgA/SgB/Donne
                 ore 14.30 cat Deb/Ju/S1/S2/V1/V2 

=========================================

SABATO 8 DICEMBRE – TORINO (To) – Org.: Team Sesia                                                                   CICLOCROSS

7^ Prova Trofeo Amici del Ciclocross - 7^ Prova Campionato Provinciale Ciclocross Torino

Ritrovo ore 12,00 Parco Carrara lato Piscine (Via Appio Claudio)
Partenza: ore13.30  G1/G2/SgA/SgB/Donne
                 ore 14.30 Ju/S1/S2/V1/V2 

==============================

SABATO 8 DICEMBRE - MAGLIONE (To) – Org.: Bike Team A Ruota Libera                                     CICLOCROSS

Ciclocross La Cascina – Master Palzola

Ritrovo ore 12,00 Ristorante La Cascina, Via Cigliano 22
Partenza: ore 13.30  G1/G2/SgA/SgB/Donne
                 ore 14.30 cat Deb/Ju/S1/S2/V1/V2 

=========================================

DOMENICA 30 DICEMBRE – MONCRIVELLO (Vc) – Org.: Team Pedale Pazzo                                              CICLOCROSS

Ciclocross del Lago – Prova Coppa Piemonte CX – Prova Master Palzola

Ritrovo ore 12,00 Salone Polivalente Moncrivello
Partenza: ore 13.30  G1/G2/SgA/SgB/Donne
                 ore 14.30 cat Deb/Ju/S1/S2/V1/V2 

 

=========================================

Stefano Corino e Sandro Gay vittoriosi a Carignano

Domenica 11 novembre, le nubi incombono ma la pioggia non è intenzionata a cadere in quel di Carignano, dove da alcuni giorni il Presidente della A.S.D. Carignano Bike Nicola di Noia e il coordinatore onnipresente del Trofeo Amici del Ciclocross Giancarlo Sesia sono al lavoro per pulire e tracciare il percorso del classico Ciclocross.

Laddove i passanti ignari vedono una banale area verde che costeggia la strada provinciale, proprio lì gli appassionati della specialità ciclistica invernale hanno la visione di un tracciato su cui divertirsi in piena sicurezza, ed è qui, al parco del Platano, che si ritrovano i ciclisti pronti ad affrontarsi nella quinta prova del Campionato Provinciale Csain di Torino su un percorso tecnico e divertente, senza fango ma faticoso il giusto.

Oltre sessanta saranno i partecipanti, divisi nelle due partenze in base alla fascia di età: per primi partono Junior, Senior e Veterani. Dopo i primi giri è già un terzetto che prende il comando: Andrea Bugnone, Bruno Dellerba e Stefano Corino impongono un ritmo serrato insostenibile per gli avversari. Tutto si decide all'ultimo giro quando gli spettatori, presenti in gran numero, applaudono al vittorioso Stefano Corino davanti a Andrea Bugnone e Bruno Dellerba.

Un copione già visto quello della partenza di Gentlemen e Supergentlemen, dove uno scatenato Sandro Gay detta il ritmo e gli avversari possono solo inseguire e lottare per le posizioni di rincalzo. Sul traguardo completeranno il podio Mauro Motta e Giuseppe Cotto, mentre tra i supergentlemen A vince Giorgio Sparaventi e tra i supergentlemen B Augusto Bosio. Avvincente anche la sfida al femminile vinta da Marina Biemmi davanti alla ritrovata Tiziana Actis.

Terminata la gara arriva il momento più atteso del pomeriggio sportivo: il terzo tempo con il ricco rinfresco che offre l'occasione di recuperare le energie e scambiarsi opinioni nella breve attesa che precede la premiazione per categoria.

Appuntamento rinnovato per domenica 18 novembre a Rivoli

Download
Classifica Ciclocross Carignano.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.6 MB

Bruno Dellerba e Sandro Gay conquistano il ciclocross del Castello a Rivarolo

Per mezza giornata la pioggia ha concesso una tregua in questa prima domenica di novembre, quando al Castello di Malgrà di Rivarolo lo staff del Presidente Ezio Re ha organizzato il classico ciclocross.

Appuntamento immancabile per gli appassionati del settore grazie al percorso divertente e vario, ai ricchissimi premi messi in palio ed alla passione con cui lo staff della A.S.D. Rivarolo organizza ogni anno questa manifestazione.

Martedì su Tuttosport uscirà l'articolo della gara, per ora pubblichiamo classifiche e foto

Download
Classifiche Rivarolo.pdf
Documento Adobe Acrobat 546.7 KB

Campionato Provinciale Ciclocross: comunicazioni importanti!

Il Comitato Organizzatore del Trofeo Amici del Ciclocross, considerate le difficoltà di gestire le classifiche del campionato inserendo una gara a coppie, ha deciso che la gara di domenica 28 ottobre a Trana sarà una gara di ciclocross Non A Coppie.

Le partenze resteranno pertanto quelle consuete

Alle ore 13,30 partiranno Ju/S1/S2/V1/V2

A seguire partiranno Deb/G1/G2/SgA/SgB/Donne

Pertanto la gara del 28 ottobre a Trana sarà valida come prova di Campionato Provinciale Csain di Ciclocross di Torino

Fermo restando lo scarto dei 3 punteggi peggiori del Campionato, e l'obbligo per entrare in classifica di partecipare ad almeno 7 delle 11 prove in calendario, è un'occasione in più per raccogliere punti

 

Di seguito il calendario aggiornato

Meneghini e Mussa conquistano la prima del Provinciale Ciclocross!

Rivoli, Tetti Neirotti, 14 ottobre 2018

Inizia in questa domenica di metà ottobre il circuito Amici del Ciclocross, composto in gran parte dalle prove del Campionato Provinciale Csain Ciclocross di Torino.

Un campionato provinciale in dodici prove che terranno impegnati gli appassionati del settore fino a fine gennaio, mentre quattordici saranno le prove del Trofeo Amici del Ciclocross che da anni rappresenta concretamente la possibilità di collaborazione che la provincia torinese offre alle realtà che organizzano questo genere di manifestazioni.

Ed ancora, all’interno di questo ricco calendario, sono da evidenziare il Campionato Regionale che si svolgerà in due prove: la prima ad Agrate Conturbia (No) il 29 dicembre, e la seconda con la consegna maglie il 6 gennaio a Vauda Canavese. Dulcis in fundo il Campionato Nazionale Ciclocross in prova unica domenica 13 gennaio a Vinovo (To), tracciato all’interno del parco del Castello all’interno del quale si svolgerà la premiazione.

Ma veniamo alla gara odierna, il cui lavoro di tracciatura del percorso ha preso vita già durante la settimana ad opera di colui che nel settore da anni è un’istituzione: Giancarlo Sesia, presidente dell’omonimo Team Sesia, sempre all’opera per ripulire i percorsi, tracciarli e renderli sicuri per i partecipanti. Un’opera che prosegue nella prima mattinata di questa domenica 14 ottobre, inizialmente in una nebbia fitta che solo verso mezzogiorno lascia spazio al caldo sole autunnale.

Alle 13,30 prende il via la prima delle due partenze in programma: il pubblico disposto lungo il percorso non lesina le incitazioni ai partecipanti e in breve il gruppo si sgrana lasciando al comando Roberto Mussa (Tecnobike Bra) e Bruno Dellerba (As Ciclismo). Quest’ultimo resta purtroppo vittima di un guasto meccanico che lo costringe all’inseguimento dell’avversario per oltre metà gara, ma Roberto Mussa non perde l’occasione per mantenere il dominio della gara e conclude a braccia alzate dopo i canonici 50 minuti di gara ed 11 giri del percorso. A Dellerba il secondo gradino del podio davanti a Gabriele Melchior (Master Team).

Nei Senior 1 vittoria del portacolori della A.P.D. Pessionese Gabriele Domini mentre la categoria Senior 1 è vinta da Denis Sosnovschenko (Pcs).

Appena terminata la prima batteria prendono il via le categorie Gentlemen 1 e 2 , Supergentlemen A e B, Donne e Debuttanti. Dopo i primi giri sono già in 3 al comando: Valentino Meneghini (Sixs Boscaro), Sandro Gay (Valpe Bikes) e Paolo Reviglio (Alpina Bike Cafè). In breve è Meneghini ad aumentare l’andatura prendendo saldamente il comando della gara e costringendo gli avversari all’inseguimento. Quaranta minuti sono lunghi sul terreno ammorbidito dal passaggio della gara precedente, ma il portacolori della Sixs Boscaro conclude vittorioso la gara davanti a Paolo Reviglio e Sandro Gay che concludono il podio. Tra i Gentlemen 2 vittoria di Pantaleo Bray (marito della fotografa di ogni gara Patrizia Guerrini, n.d.a.) davanti a Roberto Rizza e Federico Pregnolato, mentre nella categoria Supergentlemen A vince Fong Wan Tat (Bikers Team) e tra i Supergentlemen B Augusto Bosio (Valpe Bikes).

Come sempre inarrestabile e appassionata Tiziana Actis (Team Sesia) che conclude la sua gara con soli due giri in meno del vincitore, e ottima prova anche per il Debuttante della Licheri Bike Simone Licheri che completa 5 giri del percorso.

Il termine delle competizioni è il momento più atteso da tutti coloro che conoscono anche solo di fama i luculliani rinfreschi offerti dalla signora Piera Sesia: pizza margherita, pizza alla nutella, patatine, torte e bibite fanno la felicità di partecipanti ed accompagnatori che per un lungo terzo tempo fanno onore alla golosità prima di consentire lo svolgersi delle premiazioni.

Un breve discorso di Giancarlo Sesia introduce le proposte di quella che promette di essere una lunga e soddisfacente stagione ciclocrossistica nella provincia di Torino, e ringrazia quanti hanno partecipato alla prima prova e vorranno credere in un progetto che della collaborazione ha fatto il suo punto di forza anche per questa stagione.

Passa quindi la parola alla Coadiutrice Nazionale Csain Elisa Zoggia, che si unisce ai ringraziamenti ed in breve si procede alle premiazioni con premi per tutti.

 

Appuntamento rinnovato a Trana domenica 21 ottobre.

Download
Classifiche Ciclocross 14 ottobre 2018.p
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB

In arrivo il Campionato Provinciale Ciclocross 2018/2019!

Ci siamo, l'autunno è arrivato e con lui arriva la stagione del Ciclocross!

Ecco quindi il programma per chi ama la specialità invernale del fuoristrada:

- 10 prove di Campionato Provinciale a Torino

- Il Campionato Regionale Ciclocross in 2 prove: una il 29 dicembre 2018 ad Agrate Conturbia ed una il 6 gennaio Vauda Canavese

- Il Campionato Nazionale Ciclocross a Vinovo domenica 13 gennaio

- Un ciclocross a coppie, domenica 28 ottobre a Trana

Gli ingredienti per una stagione intensa ci sono tutti: vi aspettiamo numerosi!

Silvio Mascali sugli scudi a Balangero

L'unione fa la forza, questo è il motto che ha spinto ad inizio stagione i quattro Enti di Promozione Sportiva attivi nella provincia torinese a organizzare un campionato mtb che raccogliesse le loro prove, per dar modo ai rispettivi tesserati di gareggiare senza dover fare troppi chilometri.

E qui a Balangero in quest'ultima domenica di settembre ha preso forma l'atto conclusivo del campionato.

Il circuito è già rodato, un percorso permanente gestito dall'Asd Condor Team, nei giri di riscaldamento qualche partecipante si è già premiato trovando alcuni funghi porcini.

Il via sulla pista, mezzo giro di lancio prima di tuffarsi tra i boschi con single track e brevi rampe che da subito fanno selezione spezzando il gruppo. Fin dal primo dei cinque passaggi in programma sono Roberto Lo Iacono e Silvio Mascali a contendersi il primato con un discreto vantaggio sugli inseguitori. Dal secondo giro Mascali allunga e Lo Iacono è costretto a difendere la seconda piazza davanti a Libero Rinaldi. Il podio è già definito.

Alle loro spalle ancora qualche scaramuccia per le posizioni di rincalzo in classifica generale, ma le difficoltà tecniche sgranano sempre di più il gruppo impedendo arrivi in volata.

Tra le donne la vittoria va alla portacolori del Pedale Leynicese Federica Cassiano davanti a Elisabetta Cusati, Liliana Tamolli e Emiliana Lovetere. 

Terminata la gara in breve si procede con la premiazione di giornata, e più tardi con la premiazione del campionato, alla quale presenziano i rappresentanti Csain Elisa Zoggia e Csen Giancarlo Sesia

 

Download
Classifica Balangero 30 settembre.pdf
Documento Adobe Acrobat 821.1 KB

CALENDARIO CICLOCROSS 2018/2019

 

DATA

LUOGO

14/10

Rivoli

28/10

Trana

4/11

Rivarolo

11/11

Carignano

2/12

Balangero

8/12

Pellerina (Torino)

16/12

Villafranca

6/1

Vauda

13/1

Vinovo

20/1

Rivoli

27/1

Collegno

REANO, UN SUCCESSO LA “6 ORE DI MONCUNI”

REANO – Ha riscosso un ottimo successo la prima edizione della “6 Ore di Moncuni”, la gara di mountain bike dalla durata di sei ore, disputata sabato 7 luglio sotto l’egida di Csain Ciclismo nei boschi di Moncuni, una delle aree verdi più frequentate da ciclisti ed escursionisti in Val Sangone.

Sotto il cocente sole estivo di luglio fin dalle prime ore del sabato mattina l’attività è in fermento nei pressi della Cascina Pernaberta, dove si sta allestendo il villaggio di accoglienza e ritrovo della manifestazione: sorgono gli stand, gli ultimi tratti del percorso vengono transennati e ricoperti di striscioni, sorgono in vari punti i gazebo dei team che prenderanno parte alla gara, sul traguardo viene montato l’arco e disposti i rilevatori del timing. La festa è già iniziata ancor prima del ritrovo grazie all’Asd Sixs Boscaro di Pianezza, organizzatrice, in collaborazione con il gruppo Aib di Reano l’Asd Avventuriamoci Falabrak.

Il Moncuni è un’istituzione per gli amanti delle ruote grasse torinesi, spesso meta di sessioni di allenamento o di passeggiate in bicicletta, e proprio in quest’ottica nasce il doppio evento della 6 ore: da un lato un circuito per chi si vuole cimentare nella 6 ore agonistica e uno distinto per la 6ore e-bike, con il punto di incontro solo nella zona cambio per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti, un evento per far divertire “qualsiasi tipo” di ciclista sostenendo il territorio e aiutando anche l’Aib per gli interventi della pulizia dei sentierinel pieno rispetto dell’ambientein modo che nessun ciclista gettasse qualcosa nel circuito durante la svolgimento della gara.

La musica martella nell’aria, le iscrizioni si susseguono senza soluzione di continuità e saranno ben 150 i corridori in griglia di partenza. Alle 14 dagli altoparlanti si diffondono le ultime raccomandazioni e scatta il conto alla rovescia, disposti sulla linea di partenza i rappresentanti delle squadre sono pronti a partire in stile Le Mans: un tratto da percorrere di corsa a piedi prima di raggiungere la zona cambio ed inforcare la bicicletta per immettersi sul circuito. I compagni di squadra e il pubblico presente fanno un coro unico di incitazione e la collina stessa sembra fremere.

Dopo i primi venti minuti iniziano i passaggi dei ciclisti in gara, la strategia è fondamentale nella scelta  degli intervalli in cui i compagni di squadra danno il cambio, mentre tra chi attende per fare il tifo o per prendere il suo posto nella competizione si scatena la festa: con la musica che riempie il parco, presso la cascina i volontari dell’AIB preparano panini e distribuiscono gratuitamente l’acqua fornita da Essenza Beverage , allo stand del Birrificio Castagnero le ottime birre artigianali scorrono rinfrescando il piacevole pomeriggio, mentre per dissetare chi deve correre allo stand Ke Forma Luca Barattero distribuisce gli immancabili sali per le borracce.

La festa continua per tutto il pomeriggio mentre i team Superheros e I Moschettieri duellano a colpi di pedale per assicurarsi la vittoria: sul traguardo dopo 6 ore e 5 minuti saranno i Superheros a trionfare in questa prima edizione della 6Ore Moncuni dopo 19 giri con 11 minuti e 13 secondi di vantaggio sui Moschettieri, gli unici a pari giri con i vincitori. Ma gli applausi scrosciano ad ogni arrivo per tutti indistintamente: tra le coppie miste vincono Ilaria Balzarotti e Lorenzo Bedegoni, le coppie maschili sono dominate dal Team 70 di Massimiliano Bertello e Antonio Dorno, tra i Solo vince Fabrizio Frairia ed infine tra i team 4 misti trionfa la squadra “In Ritardo”. Premiazioni con la maglia tecnica della 6Ore Moncuni per i vincitori e foto di rito sotto l’arco, mentre lo staff organizzatore predispone un giro di controllo per raccogliere i pochissimi rifiuti lasciati da alcuni partecipanti poco attenti lungo il percorso.

“E’ stata una bella festa” dichiara Riccardo Boscaro, titolare del negozio Cicli Boscaro di Pianezza insieme al fratello Maurizio e organizzatore della 6 Ore Moncuni “siamo molto soddisfatti della riuscita di questa prima edizione e ci ripeteremo il prossimo anno, migliorandoci come nella nostra tradizione. Siamo anche molto contenti che i partecipanti oggi abbiano accolto il nostro invito a lasciar puliti i sentieri come li vorremmo sempre trovare: i sentieri del Moncuni, come tutti gli altri territori in cui ci alleniamo, sono un patrimonio che va preservato e mantenuto, non lasciare incarti per terra è un piccolo gesto che aiuta tutti a godere appieno della natura e della ricchezza del territorio. Ancora un ringraziamento lo voglio rivolgere a tutti i volontari che si sono adoperati per la riuscita della giornata e a chi ci ha aiutati e sostenuti, tra cui Falabrak, gli Osteopati Stefano Roagna e Simona Stori, il Birrificio Castagnero, l’AIB di Reano, Alka, Ke Forma, e Essenza Beverage, Oltre naturalmente al dj e collaboratore Sergio Crovini”

Nel corso della consegna dei premi si é respirata un’atmosfera particolare quando tutti i concorrenti hanno ricordato con commozione Federico Doleatto, il biker scomparso all’età di 40 anni nel mese di gennaio del 2017 nella collina di Reano.

La serata si conclude nel modo più conviviale, con il pasta party offerto dall’organizzazione a tutti i partecipanti: nel menù la scelta tra tre tipi di pasta e un tris di salumi, lo stomaco è pieno e la festa prosegue fino a notte inoltrata.

In arrivo la prima del "Campionato Provinciale"!

Riccardo Surra e Sandro Gay sugli scudi a Rosta!

Siamo alla seconda domenica di ottobre, la stagione ciclocrossistica ha preso ufficialmente il via sette giorni fa in tutta la regione, mentre ancora non ha avuto termine quella delle gare su strada: un accavallamento sempre più normale negli ultimi anni.

Il sole splende su Rosta, dove i volontari Csain Ciclismo dalle 7 del mattino, dopo aver gestito il sabato una gara su strada ed aver operato fino alle 20 per una prima tracciatura, sono attivi per tracciare il percorso che ospiterà la seconda prova del Trofeo Amici del Ciclocross, prima prova del Campionato Provinciale Csain Ciclocross 2017/2018.

Tecnica ed impegnativa sono due caratteristiche adatte alla gara odierna: i ciclocrossisti dovranno affrontare il terreno utilizzato per la scuola di ciclismo della Ciclistica Rostese, sul quale si preparano i bambini a partire dai 6 anni nelle specialità del fuoristrada come mtb e ciclocross, con tratti di singletrack nel bosco, una scala da salire a piedi con la bici in spalla e cambi di direzione repentini che favoriscono i ciclisti più abili.

Naturalmente sono due le partenze ben distinte per fasce: alle 14 prendono il via Junior, Senior 1 e 2 e Veterani 1 e 2, al termine partiranno tutte le altre categorie.

Un intasamento nelle prime fasi di gara favorisce l’allungo di Riccardo Surra (Tecnobike Bra), che senza fatica riesce a gestire il vantaggio per tutti i 50 minuti e taglia il traguardo a braccia alzate. Alle sue spalle la battaglia imperversa tra il suo compagno di squadra Maurizio Sasia e il portacolori As Ciclismo Bruno Dellerba: i due si affrontano asperità dopo asperità senza esclusione di colpi di pedale, e solo sul traguardo Maurizio Sasia si aggiudica il secondo gradino del podio assoluto davanti a Bruno Dellerba, che porta al suo attivo il secondo piazzamento di categoria in due giorni consecutivi.

Qualche timore in più alla partenza serpeggia tra gli iscritti della seconda fascia, anche se molti al termine della gara si diranno felici e soddisfatti di aver affrontato un percorso che inizialmente li intimoriva e che dal secondo giro li ha divertiti. Fin dal primo giro è chiara la supremazia di Sandro Gay (Valpe Bikes) che si avvantaggia lasciando alle sue spalle il duello per la piazza d’onore tra Carlo Ferri (Dotta Bike) e Paolo Reviglio (alpina Bikecafè) che taglieranno il traguardo nell’ordine.

Tra i Supergentlemen B è Domenico Lotito (Team Sesia) a vincere davanti a Angelo Malano, Vincenzo Abate e Ezio Cecconello, mentre la categoria Supergentlemen A è vinta da Giorgio Siciliano (Reano) su Marcello Ricciardi (As Ciclismo), Giuseppe Collura, Paolo Buranello e Roberto Fagiano.

Al termine delle competizioni il pasta party per tutti abbrevia la breve attesa delle classifiche e delle premiazioni, che come da tradizione ciclocrossistica non lasciano nessuno a mani vuote. Un grande ringraziamento va alla Ciclistica Rostese che ci ha cortesemente ospitati e a Giancarlo Sesia con cui è in atto una collaborazione che speriamo faccia il bene del nostro movimento.

 

L’appuntamento con il Trofeo Amici del Ciclocross è per domenica 22 ottobre a Trana, mentre il Campionato Provinciale Csain vi aspetta il 1° novembre a Buttigliera d’Asti, dove nel Parco Maffei verrà tracciato un percorso piatto più tradizionale. 

Download
Classifica Ciclocross Rosta.pdf
Documento Adobe Acrobat 478.9 KB

Sabato 23 settembre il Campionato Piemontese Mtb!

Ci siamo quasi, il percorso è in elaborazione e la location pronta: sabato 23 settembre a Villanova Canavese andrà in onda il Campionato Regionale Csain Mtb!

Il ritrovo presso la festa Alp e Montagnard, da dove partirà la gara, il percorso non troppo impegnativo adatto per tutte le capacità...mancate solo voi!

Vi aspettiamo!!!

 

Assegnati a Sannazzaro i titoli provinciali Mtb!

Riportiamo di seguito l'articolo apparso sulla Provincia Pavese

Monsterrato Strade Bianche Monferrato: la festa degli appassionati delle due ruote

 

Camagna Monferrato (Alessandria) – In cinquanta hanno preso il via questa mattina, all’ombra della maestosa cupola ottocentesca dell’architetto Crescentino Caselli, alla seconda edizione de La Monsterrato Strade Bianche Monferrato, manifestazione cicloturistica aperta a gravelbike, bici storiche ed MTB organizzata dallaBike Comedy Sport Service. Un’impalpabile velo di nebbia, disegna i profili delle colline circostanti ed esalta i numerosi castelli e borghi che caratterizzano il Monferrato quando i primi ciclisti prendono il via da Piazza S. Eusebio.

Il centro storico di Camagna Monferrato si anima lentamente e alcuni curiosi sfidano la rigida temperatura autunnale per assistere ai primi arrivi dei partecipanti che pedalano lungo il tracciato di 60 chilometri, mentre la prova regia si tiene sulla distanza di 110 chilometri.

Al numero fissato al manubrio è incollato il chip per conoscere il tempo impiegato per coprire il percorso scelto e il tratto cronometrato finale di circa quattro chilometri. Ma al termine della manifestazione i tempi rilevati non andranno a costituire alcuna classifica.

Lo scopo di questo tipo di manifestazioni è ricreativo. Si partecipa per svolgere l’ attività sportiva che appassiona alla scoperta di un paesaggio incantato come quello del Monferrato, terra di vini, castelli e borghi.

Il respiro del ciclista impegnato ad affrontare i brevi tratti in salita entra in sintonia con questa terra, con la fatica di quanti giornalmente sono impegnati a coltivare i terreni verdeggianti che caratterizzano la lunga onda sinusoidale delle colline.

 

Il primo a giungere al traguardo è Fabio Brondolo (Biker Canelli). Poi è la volta di Marco Cislaghi che racconta così la sua prova: “Ho pedalato sul percorso corto di 60 chilometri, affascinante e impegnativo che presentava, soprattutto nel finale, il tratto cronometrato impegnativo. E’ un tracciato sicuramente più adatto alle gravelbike che alle MTB – sottolinea Cislaghi – in quanto presenta molti tratti in sterrato che rendono impegnativa la prova ai bikers”.

Il vercellese Gianni Gorlero ha partecipato alla manifestazione in sella alla sua bici d’epoca, una Coppi. “Un bel percorso quello disegnato dagli organizzatori che pedalato con una bici d’epoca è interessante. Sicuramente impegnativo visto anche i tratti in salita – continua Gorlero – ma dipende sempre dal grado di preparazione con cui i ciclisti affrontano queste manifestazioni. Siamo ormai a fine stagione e di chilometri sulle gambe ne hanno tutti. Comunque è un’esperienza da ripetere, anzi invito tutti gli appassionati a farlo”.

Jacek Berruti è il primo a completare i 110 chilometri del percorso lungo, alle sue spalle Andrea Visconti che sottolinea la bellezza del percorso, ma “nella parte centrale mi aspettavo più tratti in sterrato”.

Al termine della fatica un succulento piatto di agnolotti accompagnato dal buon vino locale è l’occasione per ritrovarsi allo stesso tavolo e scambiare opinioni sulla manifestazione e la prova di ciascun partecipante, mentre gli operatori di Real Team aggiornano la lista degli arrivati e il relativo tempo impiegato.

Poi al contrario di altre specialità, in cui si partecipa alle manifestazioni per far prevalere il proprio spunto agonistico e magari poi discutere animatamente o addirittura arrivare alle mani, è l’essenza della passione ciclistica pura a prevalere su tutti. Un sorriso e un saluto non si nega a nessuno. Ciclisti che non si conoscevano prima della partenza, terminata la prova si salutano come fossero vecchi amici, hanno condiviso tanta polvere e fatica, che si sono dimostrati, per una volta, due elementi in grado di unire piuttosto che disgregare.

Un tiepido sole fatica a farsi largo tra le bianche nubi. Salendo da Casale Monferrato si incontra il dipinto su muro opera di un’artista locale, Silvia Berra, in cui è disegnata anche la “culieta” una vecchia pietra che, seconda la tradizione, indicava ai camagnesi le imminenti variazioni metereologiche. Oggi non è più possibile usufruire di queste indicazioni e la giornata si chiude con il bianco strato di nubi che a volte lascia trasparire l’azzurro cielo.

Anche gli ultimi ciclisti completano la loro fatica sui pedali, non è stato un vero e proprio “Infernot“, ma per alcuni la fatica si è fatta sentire.Da queste parti la fatica non ha mai piegato nessuno. Basti pensare che generazioni di camagnesi hanno realizzato gli Infernot, cavità adibite alla conservazione del vino scavate nel tufo sotto le case, in epoche in cui la vita del contadino era scandita dal forzato riposo invernale.

Passione, fatica, determinazione e divertimento sono state le caratteristiche principali del successo di questa seconda edizione della Monsterrato Strade Bianche Monferrato che ha elevate possibilità di crescere per diventare un appuntamento tradizionale per gli appassionati del gravel, bici d’epoca ed MTB


La Valsoana MTB XC race incorona Cristiano Borgo

borgo-e-picco

Valprato Soana – I giganti delle Alpi, custodi di saperi antichi e ambienti incontaminati della Valsoana e del Parco Nazionale del Gran Paradiso, hanno fatto da splendida cornice naturale alla 5° Valsoana MTB XC Race e all’arrivo, mano nella mano, della coppia costituita dai compagni di squadra, in maglia Leynicese, Cristiano Borgo (che ha tagliato per primo il traguardo) e Roberto Picco. Sul terzo gradino del podio Alberto Brossa(Cusatibike Racing Team).

brosso


Francigena MTB Cup – #13: risplendono le stelle nella 2^ tappa by night

In una calda notte d’estate ha il via la seconda tappa della Francigena Mtb Cup by night che, per l’occasione rientra in terra lombarda presso l’Oasi Venere di Orio Litta. Complice la formula del pre serale, che rende più gestibile la calura estiva, al via sono presenti 156 atleti accorsi anche da lontano.

Il percorso di cinque chilometri circa, è bello vario: si va dalle strade sterrate di campagna al campo scuola mtb appena costituito nel sottobosco della Venere e il che lo rende adatto a tutti.

FB_IMG_1469291426431

La partenza, soprattutto per le caratteristiche del percorso, scaglionata permette ai junior di dettare il ritmo gara che verrà tenuto a regimi sostenuti da Christian Rizzotto e Jonathan Balestrieri seguiti a breve dal terzetto composto da Cesare Forcati, Marco Alloni e Matteo Stani.

Da segnalare, come di consueto le ottime prestazioni di Battini nei Gentleman1, Rusconi Cazzulani nei Gentleman 2 e Donà nei super a che vincono nuovamente le rispettive categorie.  Per quanto concerne la gara femminile,  a vincere è la giovane Paola Papetti che  due anni fa approdava al mondo delle gare proprio con questa competizione. Un plauso va alle numerose atlete femminili che hanno affrontato e domato il campo gara.

FB_IMG_1469291451853

La Francigena Mtb Cup by night tornerà domenica 31/07 a stradella con l’ultimo appuntamento in pre serale.

I podi per categoria:

Primavera
1) Quintini Piersilvio Orio bike
2) Bandirali Danilo Sport Frog Senna

debuttanti
1) Paparella Stefano Orio Bike
2) Dalcerri Cristian Orio Bike

Donna A
1) Papetti Paola Team Merida Italia

Donna B
1) Mossolani Sara Ciclismo oltrepo
2) Grotti Adriana Hio Rcr
3) Agnelli Claudia Lugagnano Off Road

Junior
1) Christian Rizzotto Flli Rizzotto coop lombardia
2) Jonathan Balestrieri Lugagnano Off Road
3) Zanenga Andrea Triathlon Cremona Stradivari

Senior 1
1) Stani Matteo Hio Rcr
2) Alloni Marco Racing Rosola bike
3) Poloni Erik team passione bici

Senior 2
1) forcati cesare bike and run
2) fugazza pietro Hio Rcr
3) quintè Giuseppe uc borghetto

Veterano 1
1) Rota Claudio Flli Rizzotto coop lombardia
2) Tacchinardi Gabriele bike and run
3) Calvi Nicola veloclub Pontenure

Veterano 2
1) Di Stasio Mauro hio rcr
2) Bertoni Davide hio Rcr
3) ricotti giuliano hio Rcr

Gentleman 1
1) battini giuseppe vo2 team
2) gerosa endrio hio rcr
3) di stasio Patrizio hio rcr

Gentleman 2
1) rusconi cazzulani enrico cycling team oltrepo
2) lipeti Antonio vo2
3) ferrari francesco Lugagnano Off Road

Super a
1) donà gino mario bike and run
2) zappa roberto team cicli rodella
3) Scorbatti Pierluigi velo club pavia

Super b
1) guarnieri claudio flli rizzotto coop lom
2) sommariva giancarlo speedy bike
3) Parona Pierangelo avis pavia


A Rosta Marco Regazzi domina il percorso tecnico

 

Le speranze che le temperature luminose del sabato possano replicarsi anche la seconda domenica di Marzo si rivelano purtroppo vane quando al risveglio piccole gocce di pioggia spezzano la monotonia del paesaggio.

 

A Rosta presso la sede della scuola ciclistica Rostese l’attività è in fermento per il ritiro dei giovani atleti e la preparazione della gara ciclistica amatoriale valida come seconda prova del Winter Cup Mtb organizzato sotto l’egida dei tre maggiori Enti che svolgono attività fuoristrada nel panorama torinese.

 

Il percorso tecnico e vario mette alla prova le doti di guida di quanti si cimentano, e fin dal primo giro è Marco Regazzi a prendere il comando della corsa dettando un ritmo da sette minuti e mezzo al giro, insostenibile per gli avversari. Solo il portacolori del Cusatibike Racing Team Dario Berardi prova a tenergli testa per qualche giro, ma dovrà accontentarsi del secondo gradino del podio davanti a Renato Piscedda e Costanzo Carrieri.

 

Al termine della competizione si rientra alla base, dove il rinfresco e le premiazioni si succedono senza soluzione di continuità per permettere ad ognuno di rientrare per il pranzo in famiglia.

 

Appuntamento con la terza ed ultima prova del Winter Cup Mtb domenica 20 marzo a Pralormo presso l’agrigelateria in Strada della Franca 3, con il percorso tracciato da Dottabike, una garanzia

 


Rally del Po: assegnati i titoli regionali C.S.A.In MTB

IMG_20160619_142104

Casale Monferrato (Alessandria) – Nel comune della Cittadella, imponente fortezza di forma esagonale, con un raggio di 420 metri, dalla quale si dipartivano possenti mura che chiudevano la città fino al castello. Voluta dai Gonzaga, duchi di Mantova, per difendere Casale dai vicini possedimenti spagnoli di Milano e Genova e del Piemonte sabaudo, si è tenuta questa mattina la terza edizione del Rally del Po MTB valida quale prova unica per l’assegnazione del titolo regionale C.S.A.In Mtb, terza prova del Giro delle Regioni Mtb C.S.A.In e quarta proca campionato regionale Mtb Uisp.

Elisa Zoggia cauditore nazionale C.S.A.In e Giovanni Gallinaro delegato provinciale C.S.A.In Alessandria hanno consegnato le maglie ai voncitori dei titoli regionali di specialità C.S.A.In:

Categoria primavera: Fabrizio Ricci (Bilake)

Categoria Junior: Alberto Brossa (Cusati Bike Racing)

Categoria Senior 1: Marco Cusati  (Cusati Bike Racing)

Categoria Senior 2: Davide Vecchio (Agrate Conturbia)

Categoria Veterani 1: Fabio Sereno (Fabrizii)

Categoria Veterani 2: Massimo Salone (La Biciletteria)

Categoria Gentleman 1: Alessandro Campassi (Cusati Bike Racing)

Categoria Gentleman 2: Pantaleo Bray (Dotta Bike)

Categoria Supergentleman A: Claudio Chiappa (Stroppa)

Categoria Supergentleman B: Roberto Mallarino (La Bicicletteria)

Categoria Donna A: Elisabetta Cusati (Cusati Bike Racing)

Categoria Donne B: Liliana Tamolli  (Cusati Bike Racing)


La Classifica del Provinciale Mtb!


Berardi a segno nella DemaCup

Mirko D'Amato, www.radiocorsaweb.it

 

IMG_20160522_115357

Buttigliera Alta - Un caldo sole ha illuminato il successo di Dario Berardi (Cusatibike Racing Team) nella DemaCup, manifestazione valida quale prima prova del campionato provinciale MTB, organizzata sotto l'egida di C.S.A.In da De Maria Sport. Sul secondo gradino del podio Paolo Pasqualotto (Race Tech) e Vittorio Mazza (Granbike). Soddisfatto Daniele De Maria per la riuscita della manifestazione che si è conclusa dinanzi al suo negozio di biciclette: "Una bella mattinata di sport che ha permesso ai biker di condividere la loro passione per lo sport delle ruote grasse e divertirsi dando vita alla prima prova del campionato provinciale C.S.A.In MTB"

IMG_20160522_104818

Questa la classifica della manifestazione:

1°) Dario Berardi (Cusatibike racing Team)

2°) Paolo Pasqualotto (Race Tech)

3°) Vittorio Mazza (Granbike)

4°) Sandro Gay (Valpe Bikes)

5°) Alberto Brossa (Cusatibike Racing Team)

6°) Carlo Ferri (Dottabike)

7°) Luciano Matarrazzo (Pedale Leynicese)

8°) Renato Piscedda (Granbike)

9°) Pantaleo Bray (Dottabike Team)

10°) Andrea Ghibaudo (Zard Cavallino)

11°) Giancarlo Bruno (Tecnobike Bra)

12°) Beppe Cotto (Dream Team)

13°) Augusto Bosio (FLJ Sport)

14°) Marco Cusati (Cusatibike Racing Team)

15°) Riccardo Recchi (Cusatibike Racing Team)

16°) Maurizio Siciliano (Pedale Leycenese)

17°) Michele Battista (Cusatibike Racing Team)

18°) Daniele Martello (Pirelli)

19°) Francesco Bonzano (As Ciclismo)

20°) Vittorio Granata (Cusatibike Racing Team)

21°) Alessandro Compassi (Cusatibike Racing Team)

22°) Simone Trombetta (Cusatibike Racing Team)

23°) Raffaele Nogara (Sporting Team)

24°) Giuseppe Antonio Fisichella (Cusatibike Racing Team)

25°) Umberto Battista (Cusatibike Racing Team)